Lavoro

Nel 2020 13.014 lecchesi in cassa integrazione, "Un terremoto economico"

Aprile è stato il mese più nero a seguito della chiusura totale delle attività produttive: in quel mese a Lecco sono state chieste 8.517.493 ore di cassa

Nel 2020 13.014 lecchesi in cassa integrazione, "Un terremoto economico"
Economia Lecco e dintorni, 22 Gennaio 2021 ore 11:51

Il 12° rapporto UIL del Lario sulla cassa integrazione nelle Province di Como e Lecco, anno 2020, rileva una diminuzione della richiesta di ore di cassa integrazione da parte delle imprese nel mese di dicembre rispetto al mese precedente a seguito della parziale riapertura delle attività produttive. Il  confronto atra il 2019 e il 2020  rileva invece  l’orribile situazione economica che hanno vissuto i nostri territori. A Lecco infatti nel 2020 le ore di cassa sono state  26.547.584  mentre nel 2019 erano state 2.003.587 con un incremento del  1.225,0%. A Como Nel  2020 45.229.588 ore di cassa  e nel 2019  3.883.62 ovvero + 1.064,6%. Nel 2020 i lavoratori che sono stati in cassa integrazione mediamente, anche se i dati sono carenti dei lavoratori in FIS e fondo bilaterale per l’artigianato   sono stati 13.014 a Lecco e  22.171 a Como.

Cassa integrazione, aprile il mese più nero

Aprile è stato il mese più nero a seguito della chiusura totale delle attività produttive: in quel mese a Lecco sono state chieste 8.517.493 ore di cassa integrazione e  11.860.805  a Como.

Cassa Integrazione Totale: dicembre 2020 rispetto al mese di novembre 2020
Como -63,6%;
Lecco -22,9%;
Lombardia -21,2%;
Italia -26,3%.

Mentre, il dato di confronto dicembre 2020 con dicembre 2019:
Como +453,0%;
Lecco +2906,2%;
Lombardia +1531,3%;
Italia +1061,8%.

 

I settori

Tutti i settori hanno subito le conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid-19 nell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019:

Industria: Como +790,1%; Lecco +990,9%.
Edilizia: Como +884,7%; Lecco +1.659,5%.
Artigianato: Como +10.995.900,0%; Lecco +2.563.900,0%.
Commercio: Como +6.003,7%; Lecco +5.699.476,3%.

Forte la sofferenza dei due settori produttivi principali del Territorio:
Tessile:
Como, confronto cassa integrazione totale Tessile anno 2020 -2019, +559,3%
Lecco, confronto cassa integrazione totale Tessile anno 2020 -2019, +1.264,4

Metalmeccanico
Como, confronto cassa integrazione totale settore meccanica-metallurgia anno 2020-2019, +749,3%
Lecco, confronto cassa integrazione totale settore meccanica-metallurgia anno 2020-2019, +859,9%

Terremoto economico

L’anno appena concluso è stato un terremoto economico da proporzioni apocalittiche i cui effetti si faranno sentire per molti anni - sottolinea  Salvatore Monteduro, Segretario Generale CST UIL del Lario  - Purtroppo, anche il nuovo anno non è iniziato bene per la chiusura di molte attività produttive del settore del commercio e servizi alla persona a seguito dell’assegnazione in zona rossa della Lombardia. È essenziale uscire velocemente dall’emergenza sanitaria per una ripresa strutturale, in attesa di ciò diventano fondamentali i sussidi per la cassa integrazione, il divieto ai licenziamenti e i contributi e liquidità alle imprese per evitare che si perdano posti di lavoro. Un ulteriore contributo alla ripresa potrà arrivare dai progetti legati alle risorse della Next
Generation EU".