Menu
Cerca

Lloyd’s Register sceglie Sigma Tre per una sfida tecnologica

L’azienda di Garbagnate testerà una piattaforma innovativa per le prove di qualifica dei materiali

Lloyd’s Register sceglie Sigma Tre per una sfida tecnologica
Economia Oggionese, 25 Novembre 2019 ore 08:46

Lloyd’s Register, prestigiosa società internazionale nata nel 1760 come società di classificazione navale, è oggi uno dei principali fornitori mondiali di servizi professionali per l’ingegneria e la tecnologia. In un mondo sempre più complesso, sovraccarico di dati, i clienti hanno bisogno di qualcosa di più della sola tecnologia per avere successo. Hanno bisogno di un partner che sappia ascoltare ed analizzare. A tal scopo Lloyd’s Register, in collaborazione con Sigma Tre Lab di Garbagnate Monastero, ha messo a punto l’utilizzo di piattaforme innovative per le prove di qualifica dei materiali nel settore industriale e meccanico. Una nuova soluzione che consentirà di assistere da remoto alle diverse fasi di test incrementando la flessibilità verso il cliente finale.

Lloyd’s Register sceglie Sigma Tre per una sfida tecnologica

«Il nostro lavoro – spiega Roberto Ratti, amministratore di Sigma Tre Lab – è quello di controllare la qualità del materiale, prevalentemente acciaio, che ci viene inviato dai clienti. Lavoriamo soprattutto con le imprese forgiatrici lombarde, dalla carpenteria alla caldereria, ma da oltre un anno abbiamo anche alcuni clienti esteri. Lloyd’s Registrer è uno dei principali enti certificatori ed assiste alle prove, per conto dei nostri clienti, tramite la presenza di un ispettore qualificato all’interno del laboratorio di Garbagnate, al fine di assicurare ai nostri clienti che tutte le procedure siano state applicate in modo rigoroso».

Parola d’ordine flessibilità

Con questa nuova tecnologia, il metodo di lavoro viene ripensato, in un’ottica di flessibilità. Per alcune tipologie di certificazioni si avrà, quindi, la possibilità di assistere direttamente da remoto ai test, registrando tutte le operazioni e riducendo in modo importante le tempistiche di certificazione, con un significativo aumento dell’efficienza.
I dettagli della proposta innovativa verranno illustrati mercoledì 27 novembre nel corso di un workshop programmato proprio a Garbagnate Monastero da tecnici esperti Lloyd’s Register insieme a Sigma Tre Lab.

Sigma Tre

Sigma Tre da oltre trent’anni è un laboratorio che fornisce servizi all’industria nell’ambito del controllo qualità delle caratteristiche meccaniche/chimiche sui materiali e sui prodotti. La società lecchese nel 2015, dopo sei mesi di stop, ha riaperto con una nuova proprietà ed è stata completamente riorganizzata. «Siamo ripartiti da zero con 10 dipendenti  – ricorda Edoardo Castagna, uno dei soci del laboratorio di Garbagnate Monastero – Oggi l’azienda conta su 22 collaboratori – persone molto competenti e preparate – mentre il fatturato entro fine anno dovrebbe attestarsi attorno ai 2,5 milioni, con una crescita del 75% rispetto l’anno scorso.  Siamo veloci e flessibili, che nel nostro settore è un plus, garantiamo puntualità nella consegne delle prove con una qualità molto elevata.  Il laboratorio si sviluppa in un capannone di circa 2500 mq all’interno del quale disponiamo pure di un’officina meccanica, che ci permette di ottimizzare l’intero processo e di garantire una qualità eccellente. Sperimentare questa soluzione innovativa per primi in Italia è molto importante e ci permetterà di fare un ulteriore salto di qualità perché ci permetterà di allargare gli orizzonti, continuare sulla strada dell’innovazione e di crescere ulteriormente».

Eccellenze lecchesi

In un territorio a forte vocazione manifatturiera, come quello lecchese, un laboratorio all’avanguardia, accreditato con oltre sessanta prove,  e di grande qualità come Sigma Tre Lab significa disporre di una filiera eccellente e dare ancora più forza al distretto metalmeccanico lecchese.