Economia
E' il momento di comprar casa...

Gabetti Merate è una delle agenzie più performanti: ecco come orientarsi sul mercato

I fratelli Benatti: «Prima della crisi le quotazioni di Merate superavano le 3.000 euro al mq. Oggi si va dalle 2.500 alle 2.800 euro al mq, ma con un prodotto più innovativo e tassi molto convenienti»

Gabetti Merate è una delle agenzie più performanti: ecco come orientarsi sul mercato
Economia Meratese, 09 Marzo 2022 ore 13:58

Da agenti a consulenti immobiliari. Dal debutto, avvenuto nel lontano 1995, ad oggi si è evoluta - e di molto - l’attività dei fratelli Bruno e Fabio Benatti che da quasi trent’anni guidano con successo la Gabetti di Merate. «Abbiamo aperto l’immobiliare grazie alle agevolazioni fiscali che l’allora ministro Giulio Tremonti aveva introdotto per facilitare i giovani imprenditori - ricorda con un pizzico di nostalgia Bruno Benatti, che all’epoca aveva 23 anni - Questa era la prima zona collinare che si trovava uscendo da Milano ed eravamo convinti vi fossero potenzialità inespresse, tanto che nelle preferenze di chi voleva acquistare casa in Brianza Merate veniva al terzo dopo Seregno e Vimercate».

Una visione  azzeccata…

«Sì - conferma Benatti - Oggi Merate è al primo posto, mentre Seregno è scesa al terzo. Qui c’è una qualità del vivere molto alta: la nostra città gode della Riserva Naturale del Lago di Sartirana, mentre il Comune ha saputo valorizzare alcuni sentieri e percorsi belli e molto frequentati; altro elemento di attrazione è la vicinanza con il Parco del Curone. Merate dispone di un bel centro storico e frazioni carine, ognuna delle quali ha saputo mantenere le sue caratteristiche. Ad aumentarne l’appel c’è una presenza di strutture sportive di eccellenza come il centro natatorio e il Tennis Roseda. L’offerta scolastico/formativa è di tutto rispetto, dalle scuole materne alle superiori, pubbliche e private. I fenomeni di delinquenza sono molto contenuti e questo garantisce quella sicurezza e serenità che molti cercano. Aiuta poi una presenza modesta di case popolari. La nostra città infine dispone di un’offerta commerciale molto valida, con negozi e boutique ricercate, nonché un’ampia scelta di grande distribuzione organizzata. Tutte caratteristiche che attirano una clientela medio/alta desiderosa di vivere serenamente e in un ambiente curato».

Quali sono le quotazioni oggi di Merate?

«Per chi acquista un immobile nuovo il valore varia dalle 2.500 alle 2.800 euro al mq. Nei paesi limitrofi più interessanti il costo scende di almeno 200/300 euro al mq: vale per Cernusco, Montevecchia, Osnago, Brivio, Imbersago, Paderno e Robbiate. Altre località hanno quotazioni inferiori. In prospettiva possono crescere i valori a Casatenovo e Barzanò, due paesi interessanti ma penalizzati dal fatto di non avere un centro storico come quello di Merate per la presenza di due importanti realtà produttive, che, nel caso di Casatenovo, sono dismesse da anni».

Il mercato immobiliare post Covid è in forte ripresa. Conferma?

«Sì. Dopo la pandemia il mercato è cresciuto ma è pure cambiato. La famiglia tipo cerca una casa più ampia, bella internamente ed esternamente, ecocompatibile, in grado di garantire benessere e adeguati spazi out door. Con queste caratteristiche l’immobile è destinato a rivalutarsi nel prossimo decennio».

Ma i valori di oggi sono convenienti?

«Sì, e molto. Prima della crisi economica le quotazioni superavano abbondantemente i 3.000 euro al mq. ma con un prodotto ben diverso che, nella migliore delle ipotesi, era in classe energetica C. Oggi il nuovo è tutto in classe energetica A e presenta innovazioni tecnologiche e costruttive molto più sofisticate. Poi con i tassi di interesse che praticano le banche, per sottoscrivere un mutuo, l’acquisto risulta ancora più conveniente. E proprio per questi motivi il mercato è particolarmente frizzante. Attenzione però a quello che comprate…».

Cioè?

«Se volete anche fare un buon investimento non scegliete immobili vicino alle strade di grande scorrimento, ai plessi industriali o costruzioni posizionate vicino al passaggio dei cavi elettrici e cercate le tre P: una posizione privilegiata, un prodotto certificato e di design e il prezzo oggi ridotto rispetto ad un valore reale di mercato, fanno si che l’acquirente possa concludere un super acquisto». 

Quante persone lavorano alla Gabetti di Merate e quanti immobili vendete all’anno?

«Abbiano 6 dipendenti e 15 collaboratori. Mediamente vendiamo quasi 50 immobili all’anno».

Siete una delle agenzie Gabetti più performanti. A chi dovete il vostro successo?

«All’inizio siamo stati aiutati daGilardoni, la persona che ci ha aperto le porte del grande mondo Gabetti e ci ha affiliati. Nel 2000 Rivolta, ex responsabile della divisione, frazionamenti &cantieri, ci ha spinto a specializzarci nella vendita delle nuove costruzioni. Nel 2006 l’incontro con Giulio Lodigiani, responsabile dell’Ufficio Studi Gabetti, ci ha insegnato a studiare il mercato: capire quanto si è già costruito, il grado di assorbimento del mercato, la capacità di spesa del cliente… Nel 2015 infine ci siamo trasformati da agenti a consulenti immobiliari, cioè professionisti in grado di vendere un immobile, ma anche di fornire al cliente una serie di servizi come consulenza per accendere un mutuo, garantire la polizza assicurativa nella fase di acquisto, accompagnandolo nella fase post vendita ad esempio nelle scelte delle migliorie della casa, dalla domotica alle modalità di risparmio energetico, fino all’arredo».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter