Economia
Economia

Confartigianato Lecco a fianco delle imprese: "Abbiamo dato valore alle persone"

Riva: "I nostri imprenditori artigiani sono molto radicati sul territorio e danno importanza alle persone, ancora più oggi rispetto al passato, vista la carenza di collaboratori".

Economia Lecco e dintorni, 16 Dicembre 2022 ore 14:43

Dicembre tempo di bilanci, di analisi e di obiettivi per il futuro. A fare il punto di un anno non certo facile, oggi, venerdì 16 dicembre 2022 è stata Confartigianato Imprese Lecco. Una associazione di categoria  che, nonostante le difficoltà, come ha sottolineato il presidente Daniele Riva, è riuscita in questo 2022 a intercettare "nuove aziende con un'azione di marketing mirata. I nostri imprenditori artigiani sono molto radicati sul territorio e danno importanza alle persone, ancora più oggi rispetto al passato, vista la carenza di collaboratori".

Il bilancio di Confartigianato Lecco

Fondamentale, per gli artigiani lecchesi, il rapporto a doppio filo con il modo dell'istruzione. "Un rapporto di  di odio e amore  - ha specificato Riva - perché non sempre riusciamo a ottenere quello che vorremmo. Fare entrare gli studenti nelle scuole è sicuramente migliorativo per entrambi ma ci deve essere intercambio per crescere".

Crescere. Questa la sfida per il futuro. E su questo fronte è stata annunciata una  novità per il 2023.  "Stiamo approntando un network che sarà una parte del nostro sito internet nel quale metteremo in vetrina alcune delle nostre associate. Si tratta quindi di un'opportunità gratuita per le nostre aziende".

Il confronto tra il 2021 e il 2022

E' toccato poi al  segretario generale Vittorio Tonini, numeri alla mano, tracciare un confronto tra il 2021 e il 2022. "Abbiamo 102 nuove aziende associate, mentre l'anno prima erano poco più di novanta. È la dimostrazione che quando si vuole andare ad intercettare i bisogni delle imprese i risultati arrivano: il confronto diretto è quello che paga sempre di più, perché possiamo ascoltare i loro bisogni. Sono in crescita anche tutti i numeri che riguardano le nostre attività. Abbiamo poi investito sull'area bandi e progetti di sviluppo con un ammontare dei contributi per le imprese aumentato per circa un milione di euro. Sono fondi per la maggior parte dei casi messi a disposizione da Regione Lombardia. Novità del 2022 è stato l'ufficio estero gestito con Api, che ha dato numeri importanti. E infine sottolineo l'importanza del servizio che abbiamo offerto alle imprese per il mercato del gas e dell'energia. I numeri dunque confermano la nostra leadership sul territorio nel difendere gli interessi degli associati. Nel 2023 ci aspettiamo di proseguire su questa strada, al fianco delle imprese. In questi anni regione Lombardia ha lavorato bene nei confronti delle piccole imprese artigiane e ci auguriamo che si prosegua su questa strada anche dopo le imminenti elezioni".

"Dare valore alle aziende e alle persone"

"Abbiamo dato valore alle persone sia nelle aziende che nella nostra associazione - ha aggiunto la vice presidente vicario Ilaria  Bonacina - Lo stimolo è quello di fare capire che è importante stare al fianco delle imprese in questo momento così difficile, affinché abbiano una guida. Anche negli anni a venire questo sarà un punto focale della nostra associazione. In questi anni abbiamo aiutato le nostre imprese anche nell'innovazione, in alcuni passaggi epocali magari difficili da seguire per piccole aziende".

Matilde Petracca, Responsabile Welfare & Relazioni Organizzative

"Per l'azione di marketing abbiamo ingaggiato alcune persone che sono state particolarmente performanti, che si sono  rivolte ad aziende non associate, lecchesi e del settore della meccanica. Hanno associato 12 nuove aziende. Un grande successo. Nel primo semestre del nuovo anno continueremo su questa strada, sempre nella meccanica. Nell'anno sono stati svolti 46 direttivi di categoria, tutti molto partecipati e importantissimi per i lavori della nostra associazione".

 

Seguici sui nostri canali