Conad-Auchan, rischio esuberi

Anche il Lecchese e la Brianza sono coinvolti

Conad-Auchan, rischio esuberi
Lecco e dintorni, 01 Ottobre 2019 ore 07:05

Ci saranno esuberi nel passaggio dei punti vendita di Auchan a Conad? Secondo la Cisl Monza Brianza ancora presto per dirlo, ma il sindacato teme che il passaggio possa avere pesanti conseguenze sul piano occupazionale.

LEGGI ANCHE 

Auchan vende a Conad, sindacati in allerta per tutelare i posti di lavoro

Sciopero alla Sma-Simply di Lecco FOTO

Conad-Auchan, rischio esuberi

Questa estate il gruppo italiano della grande distribuzione ha dichiarato di aver acquisito i 350 punti vendita che Auchan ha sul territorio italiano. Conad ha però una struttura particolare. È un marchio unico sotto il quale però operano una pluralità di imprenditori e imprese.

LEGGI ANCHE Acquisizione Conad – Auchan, Fragomeli (PD): “Si faccia chiarezza sul destino dei lavoratori coinvolti”

Nel piano che è stato presentato ai sindacati, la direzione di Conad ha dichiarato di voler prendere solo un centinaio di punti vendita con i relativi dipendenti. E gli altri iper e super? E i loro lavoratori? «Non conosciamo il loro destino – spiega Francesco Barazzetta, Fisascat Cisl Mbl -. Come sindacato stiamo seguendo con attenzione la vicenda e, non possiamo negarlo, siamo un po’ preoccupati. Nelle prossime settimane si terranno incontri a livello nazionale e territoriale per capire come sarà gestito il passaggio tra un’azienda e l’altra».

Anche la Brianza e il Lecchese sono coinvolti

Il piano di transizione dovrebbe entrare in funzione a ottobre e concludersi nella primavera del prossimo anno, ha annunciato Conad. Anche la Brianza e il Lecchese sono coinvolti. «Nei nostri territori sono operativi 9 iper e super – osserva Barazzetta -. Attualmente ci lavorano circa 500 dipendenti. Secondo il piano, dovrebbero passare a Conad solo tre strutture con non più di 250 persone. Quindi ci sarebbero 250 esuberi. Noi stiamo lavorando affinché il passaggio riguardi tutti i lavoratori. Vogliamo che l’impatto occupazionale sia il più ridotto possibile. Come sindacato, staremo vicino ai lavoratori in ogni fase del passaggio».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia