Rancio, Oto Lab ospita la proiezione del film “Il Gerenzone” di Sofia Ceppi Badoni

Martedì 17 settembre alle 21, spazio Oto Lab di Rancio ospita la proiezione dello storico documentario di Sofia Ceppi Badoni. Evento promosso da Officine Gerenzone.

Rancio, Oto Lab ospita la proiezione del film “Il Gerenzone” di Sofia Ceppi Badoni
Lecco e dintorni, 08 Settembre 2019 ore 10:11

Martedì 17 settembre alle 21, spazio Oto Lab ospita la proiezione della versione restaurata del documentario storico di Sofia Ceppi Badoni promossa dal neonato laboratorio “Officina Gerenzone”. L’ingresso è libero.

Oto Lab fa un tuffo nel passato

Tuffo nel passato industriale e quotidiano del fiume Gerenzone tramite la proiezione del film omonimo del 1961 di Sofia Ceppi Badoni, che si terrà alle 21:00 di martedì 17 settembre negli spazi di Oto Lab, in via Mazzucconi 12 a Rancio. La proiezione è a cura di Officina Gerenzone, laboratorio aperto a tutti i cittadini che ha come obiettivo la valorizzazione e riqualificazione della Valle del Gerenzone, in collaborazione con Legambiente Lecco, Conscious Host, Oto Lab, Dinamo Culturale, Les Cultures, Politecnico di Milano – polo di Lecco, Liceo Leopardi e Liceo Manzoni.

Immagimondo

“Il Gerenzone” costituisce uno degli appuntamenti di “Immagimondo, Festival di Viaggi, Luoghi e Culture”, che quest’anno avrà luogo dal 14 settembre al 4 ottobre. Il Festival dal 1997 parla con approcci disciplinari diversi di turismo responsabile, di rispetto delle differenze culturali, di attenzione per la storia e per le tradizioni, di prospettive di incontro tra paesi e popoli del mondo.

Officine Gerenzone si è occupata del restauro

La serata di martedì 17 settembre completa il lavoro che Officina Gerenzone ha condotto in questi mesi e che si è concentrato, in particolare, sul restauro del filmato, un’importante testimonianza dall’indubbio valore storico. Il film datato 1961 ritrae le fabbriche e le officine metallurgiche e la vita quotidiana che si sviluppavano lungo il fiume Gerenzone. La versione presentata oggi è frutto di un restauro sonoro a cura del videomaker Federico Videtta ed è arricchita con la narrazione di Alberto Bonacina e con le musiche originali di Giovanni Timpano e Giovanni Dell’Era.

Gli ospiti della serata

Alla proiezione del film seguirà ad un’introduzione di Marta Badoni, sorella della regista, e degli autori del restauro. Contestualmente saranno allestite mostre a cura del Liceo Manzoni, del Liceo Leopardi e del Politecnico di Milano – Polo di Lecco. La visione sarà accompagnata da un intervento musicale di Ranieri “Ragno” Fumagalli e il suo “Baghet”, la cornamusa tradizionale delle Prealpi lombarde.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia