La maratona letteraria oggionese dedicata a Manzoni

Anche quest'anno sarà una mostra itinerante: il tutto prenderà il via venerdì 27 alle 14.30 da Largo San Francesco a Imberido, per finire domenica 29 nel cortile di Caccia Dominioni.

La maratona letteraria oggionese dedicata a Manzoni
Oggionese, 23 Luglio 2018 ore 14:03

Tutto è pronto per la maratona letteraria oggionese che quest’anno sarà dedicata ai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.

Presentata sabato la maratona letteraria manzoniana

Tutti i dettagli sono stati svelati sabato 21 luglio in una conferenza stampa, tenuta dall’assessore Elena Ornaghi. Erano presenti anche i rappresentanti della Bcc Brianza e laghi e di Acel Service, sponsor della manifestazione, rappresentate rispettivamente dall’ingegner Pontiggia e da Giorgio Cottarella. Saranno circa 150 i lettori che, con entusiasmo, hanno dato la disponibilità a partecipare a questa manifestazione, in prevalenza oggionesi, ma non mancano ospiti di altri comuni anche lontani come Varese e Asti.

Il significato della maratona manzoniana

L’assessore Ornaghi ha parlato del significato della maratona manzoniana, dichiarando che è il «punto di arrivo di un progetto culturale iniziato con la maratona dantesca. Leggere i Promessi Sposi è una sfida importante perché c’è da confrontarsi con tante cose come l’identità territoriale. Sono emozionata perché ci ho creduto e perché è la storia del popolo del nostro territorio che di fatto è storia attuale. Le domande di oggi trovano ancora risposta nei Promessi Sposi».

Una maratona itinerante

Come nelle scorse edizioni anche questa maratona sarà itinerante. «Il percorso, – dichiara Elena Ornaghi –  cerca di rispettare l’ambientazione dei Promessi Sposi e anche i luoghi storici di Oggiono. Ogni postazione ospiterà più di un capitolo». Il tutto prenderà il via venerdì 27 alle 14.30 da Largo San Francesco a Imberido, per finire domenica 29 nel cortile di Caccia Dominioni. durante i tre giorni saranno toccati luoghi significativi della città. Per esempio Piazza Manzoni sarà il palcoscenico per le scene della rivolta di San Martino, che saranno interpretate dai ragazzi di Stendhart; Villa Sironi sarà invece il castello dell’Innominato e per i capitoli sulla peste la scelta non poteva non cadere sul lazzaretto per ovvi motivi storici: in quella località sono infatti sepolti i morti oggionesi della peste del 600 detta appunto manzoniana.

Gli altri eventi della maratona

Oltre alla lettura del romanzo ci saranno eventi collaterali. Nei tre giorni di maratona sarà allestita una mostra di edizioni storiche del romanzo; mentre sabato 28 si terrà un Torneo di quarantana, gioco di carte ispirato ai Promessi Sposi. Ci saranno infine momenti culinari con alcuni ristoranti e bar che offriranno specialità presenti nel romanzo o che risalgono ai tempi di Alessandro Manzoni.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia