Cultura
Lecco

Il Festival dei Promessi Sposi accolto con entusiasmo dalla città

Piazza: "La kermesse ha saputo coinvolgere famiglie e giovani, cultori e studiosi ma anche semplici appassionati e curiosi"

Il Festival dei Promessi Sposi accolto con entusiasmo dalla città
Cultura Lecco e dintorni, 18 Ottobre 2021 ore 17:31

Un successo di pubblico e di critica, come si suol dire, quello riscosso dal Festiva dei Promessi Sposi che questo fine settimana, dal 15 al 17 ottobre, ha animato la vita culturale lecchese. La mostra "I passaporti dei Promessi Sposi", momenti di approfondimento  a Villa Manzoni, la grande musica di Davide Van de Sfroos al Cenacolo, visita guidata per le strade della Lecco storica guidata da Luca Radaelli e tanti altri appuntamenti hanno suscitato il plauso e la curiosità dei partecipanti.

6 foto Sfoglia la gallery

Il Festival dei Promessi Sposi accolto con entusiasmo dalla città

"L’edizione 2021 del Festival dei Promessi Sposi ha ricevuto nei giorni scorsi un’accoglienza straordinaria da parte di tutta la Città di Lecco, e non solo - afferma la vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza -  Siamo particolarmente felici che i Lecchesi abbiano apprezzato la scelta di concentrare in tre giorni un numero così elevato di iniziative e proposte all’insegna del Manzoni e del suo romanzo - continua. Lo dimostra il tutto esaurito che ogni appuntamento ha registrato, con una partecipazione che ha saputo coinvolgere famiglie e giovani, cultori e studiosi ma anche semplici appassionati e curiosi, confermano la assoluta contemporaneità del messaggio dei Promessi Sposi e il suo appeal, se proposto attraverso un’esperienza multisensoriale e attuale come è stato fatto. Dai concerti agli incontri di approfondimento, dalle video-proiezioni alle mostre, dalle visite guidate in villa e in città alle proposte enogastronomiche.

3 foto Sfoglia la gallery

"Ma il legame di Lecco con il Manzoni e il suo romanzo ha trovato anche ampia visibilità all’esterno della città, con una speciale attenzione da parte dei media regionali. E ciò a testimonianza della qualità del programma e della sua attualità e ricchezza - prosegue Piazza -  Villa Manzoni è stato il cuore di questi tre giorni, tornando a risplendere, dopo la lunga pandemia, di nuove luci e nuove suggestioni, aggregando attorno ad essa tutta la comunità lecchese".

16 foto Sfoglia la gallery

Ora tocca al Premio Manzoni

“Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione di tutti coloro che si sono messi in gioco per la riuscita del Festival: dalla struttura comunale agli sponsor, ai promotori delle diverse iniziative. Un network di idee e di energie positive attorno al quale fin d’ora vogliamo iniziare a pensare la prossima edizione - conclude il vicesindaco -  Intanto il Festival proseguirà, con il Premio Manzoni alla carriera e al romanzo storico promosso da 50&Più - Assocultura Confcommercio Lecco e con i laboratori didattici per le scuole e i webinar per docenti e studiosi”.