Valmadrera

Il centro sportivo si anima e si colora con i nuovi murales

 Il Sindaco Antonio Rusconi auspica che i messaggi positivi espressi dai giovani artisti possano essere un augurio per la ripartenza di tutte le attività sportive dopo due difficili stagioni penalizzate dal Covid.

Il centro sportivo si anima e si colora con i nuovi murales
Cultura Lecco e dintorni, 31 Agosto 2021 ore 14:27

Parco del Rio Torto di Valmadrera si presenta  ai suoi frequentatori con una veste rinnovata grazie alle opere realizzate nel mese di agosto da Emanuele Arrigoni e  Gaia Dal Poz, vincitori del concorso indetto dall'Ufficio sport.

Il centro sportivo si anima e si colora con i nuovi murales

Al concorso che aveva come tema “Giovani e Sport” hanno partecipato 7 artisti: tutte le opere sono state apprezzate dalla Commissione giudicatrice che ha poi scelto  le opere di Emanuele Arrigoni e di Gaia Dal Poz  che meglio si inserivano nel contesto degli impianti del centro sportivo. Emanuele Arrigoni, mandellese, studente al 3° anno  presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, ha raffigurato personaggi maschili e femminili nell’atto di praticare gli sport che vengono svolti nel centro quali il calcio, basket, tennis ed atletica; le pose ed i volti delle persone esprimono dinamicità e potenza e i colori sono stati scelti dall'artista non per la loro rispondenza alla realtà ma per i toni vividi e giovanili che attirano l’attenzione. Al centro del murale è stata inserita la grande scritta "Rio Torto", come richiamo al nome del parco.

5 foto Sfoglia la gallery

Gaia Dal Poz, di Pordenone, ha studiato Design della Comunicazione al Politecnico di Milano, ha lavorato in questi anni come libera professionista grafica, illustratrice e animatrice video  e sta avviando una piccola attività di stampe artistiche, su tela e su carta, con grafiche originali. La sua opera al Rio Torto, con figure che fluttuano nello spazio della parete e danno vita all’ambiente, ha colori caldi e brillanti (gialli, rossi e turchesi),  linee morbide e forme slanciate, che trasmettono un immediato senso di dinamismo.  Gaia inoltre ha rappresentato personaggi privi di tratti identificativi e canonici, che risultano così inclusivi di ogni genere, etnia, appartenenza culturale e forma del corpo, proprio per sottolineare  lo spirito di unione e inclusione che dovrebbe pervadere il mondo dello sport.

Messaggi positivi

I due giovani artisti hanno lavorato non solo con grande professionalità ma anche con grande entusiasmo, generosità e disponibilità, ravvivando con le loro opere anche ulteriori porzioni di muro complementari rispetto a quanto identificato nel bando di concorso.
Il Sindaco  Antonio Rusconi ha espresso particolare soddisfazione per le opere realizzate, auspicando che i messaggi positivi espressi dai giovani artisti possano essere un augurio per la ripartenza di tutte le attività sportive, dopo due difficili stagioni, penalizzate dal Covid.