Cultura

Gli Alberi Monumentali di Federica Galli in mostra a Lecco FOTO

Dal 6 ottobre al 31 dicembre i maestosi ritratti di alberi incisi da Federica Galli saranno esposti nella Sala Helenio della galleria, allestita ad hoc in occasione della terza edizione del progetto “Esploriamo l’arte”.

Gli Alberi Monumentali di Federica Galli in mostra a Lecco FOTO
Cultura Lecco e dintorni, 03 Ottobre 2018 ore 17:22

Gli “Alberi monumentali d’Italia” ritratti all’acquaforte da Federica Galli (Soresina 1932 - Milano 2009) sono i protagonisti della mostra che inaugura la nuova stagione espositiva della Galleria Bellinzona di Lecco (Via A. Visconti 12). Circa 30 fogli realizzati dalla celebre inciditrice tra il 1994 e il 1998, ammirati in occasione di svariate manifestazioni allestite nel corso degli anni presso sedi pubbliche e private.

Gli Alberi Monumentali

La mostra rappresenta l’ennesimo omaggio a Federica Galli da parte della Galleria Bellinzona, celebrata a partire dal lontano 1985 nelle sue sedi di Milano, Lecco e Como. Risale al 2005, inoltre, la pubblicazione del primo tomo del catalogo ragionato delle incisioni dell’artista (a cura di Marco Fragonara, Edizioni Galleria Bellinzona).

Dal 6 ottobre al 31 dicembre i maestosi ritratti di alberi incisi da Federica Galli saranno esposti nella Sala Helenio della galleria, allestita ad hoc in occasione della terza edizione del progetto “Esploriamo l’arte”.

 

4 foto Sfoglia la gallery

Visite guidate per studenti

L’offerta didattica gratuita “Guarda in su!” comprende anche quest’anno visite guidate e laboratori creativi per le scuole primarie di Lecco e provincia, oltre alla realizzazione di un raffinato “librino illustrato” da offrire a ciascun bambino. Le attività saranno organizzate coinvolgendo in un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro alcuni studenti del Liceo A. Manzoni di Lecco.

Una proposta culturale e didattica resa possibile grazie alla disponibilità della Fondazione Federica Galli e al supporto di “competenze” altamente qualificate: Lodovica Cima, Sabrina Galli, Laura Polo D’Ambrosio. La realizzazione del progetto non sarebbe stata possibile senza la “storica” collaborazione con Cartiera dell’Adda, Villa Scale e Cattaneo Grafiche.