Cultura

Giovanni Battista Bernocco premiato come ceramista

Il sindaco di Olgiate ha ricevuto un ricoscimento in un concorso internazionale.

Giovanni Battista Bernocco premiato come ceramista
Cultura Meratese, 01 Maggio 2018 ore 16:00

Un riconoscimento inaspettato, una vera e propria sorpresa per Giovanni Battista Bernocco, primo cittadino di Olgiate.

Giovanni Battista Bernocco vince un premio internazionale

Il sindaco di Olgiate è stato infatti insignito di un prestigioso premio dedicato agli artisti più qualificati e innovativi nell’ambito delle arti del fuoco, vale a dire ceramica, vetro e smalto su rame.«La mattina di sabato 14 ho ricevuto una telefonata nella quale mi si chiedeva di essere all’Hobbyceram di Milano, dove era in corso la “Convention azzurra” nell’ambito della manifestazione del Salone del Mobile - racconta con ancora tanta emozione nella voce il sindaco - Io non ero in gara, avevo solo fornito alcune mie realizzazioni da esporre».

Il premio dalle mani di Donatella Veggioni

E invece, giunto a Milano, è stato premiato dalla presidente e amica Donatella Veggioni per i suoi studi sugli smalti, frutto di anni di ricerche nel settore. Doppia sorpresa però in casa Bernocco, da sempre circolo di artisti. «Anche mia sorella Teresita, ritrattista su porcellana, è stata premiata; una grandissima soddisfazione per entrambi» prosegue infatti il sindaco.
Tanti i volti noti nel settore presenti alle premiazioni, che hanno radunato maestri e artisti da tutto il mondo. «C’era una mia cara amica di Tokyo, una principessa degli Emirati Arabi dal grandissimo talento, un maestro svizzero... Le opere esposte erano ben 270» ha spiegato Bernocco che, proprio nella scuola di via Palestrina, ha insegnato e tenuto alcuni corsi negli scorsi anni.

I progetti del sindaco, tra arte e l'impegni amministrativi

«Mi piace molto insegnare e organizzare laboratori. Proprio per questo, infatti, sto pensando di portare un po’ di arte anche qui ad Olgiate. L’anno prossimo mi piacerebbe quindi organizzare un corso aperto a tutti nel piazzale del mio laboratorio. Sarebbe un sogno inoltre riuscire a portare un concorso internazionale come questo in Brianza. Sarebbe bello mostrare agli artisti provenienti da tutto il mondo il nostro splendido territorio. Chi lo sa, magari proprio a Villa Sommi Picenardi!» ipotizza fiducioso Bernocco. Che conclude: «L’aspetto più bello di questa convention, al di là del lato artistico e della soddisfazione di essere stato premiato, è sapere che parte del ricavato sarà destinato allo sviluppo di corsi di arte e lavorazione della ceramica per i giovani ospiti di una comunità di Napoli».

3 foto Sfoglia la gallery