Menu
Cerca
Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo

Dado e le farfalle silenti: libro sospeso per l’autismo

Disponibili in apposite box copie gratuite del libro per diffondere consapevolezza sulla neurodiversità

Dado e le farfalle silenti: libro sospeso per l’autismo
Cultura Lecco e dintorni, 02 Aprile 2021 ore 12:38

Un libro sospeso per conoscere da vicino una delle possibili sfumature della neurodiversità. E’ la proposta di Alberto Magatti, imprenditore e scrittore di Mandello che in occasione della giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo  si è inventato il libro sospeso.

Dado e le farfalle silenti: libro sospeso per l’autismo

In centro a Lecco oggi,  2 aprile 2021, appunto giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, saranno a disposizione gratuitamente  per chi desidera prenderle copie del suo libro “Dado e le farfalle silenti”, un piccolo “caso editoriale”, visto che il romanzo d’esordio del mandellese ha venduto oltre 1000 copie in sole due settimane dall’uscita.

Alberto Magatti

“Chiunque potrà prenderle – spiega l’autore – mi sembrava giusto fare qualcosa per promuovere la consapevolezza e la conoscenza intorno all’autismo. Questo libro non pretende certo di essere esaustivo. E’ solo una storia di “straordinario quotidiano” che affronta una delle possibili sfaccettature della neurodiversità, ma è soprattutto la storia di una “famiglia normale” che durante le vacanze in Alto Adige, si troverà a vivere un’avventura che costringerà i protagonisti a crescere. Una delle particolarità del libro è che la voce narrante il punto di vista sono quelli “Dolly”, il pastore tedesco della famiglia il cui destino sarà segnato dall’incontro con Dado, un molosso puzzolente che si rivelerà “un angelo”  con la coda sceso in terra”.

L’importanza della sensibilizzazione

Un’idea che strizza l’occhio al caffè sospeso ed al pane sospeso: “Sì, credo che sensibilizzare verso una tematica tanto complessa, contribuire, seppure in minima parte ad abbattere i pregiudizi, o anche semplicemente raccontare una storia “normale”, sia essenziale, come nutrirsi”. Tra le ragioni dell’iniziativa anche un “debito” di riconoscenza: “Morena Fazzini, presidente dell’associazione “Illumina di blu Valsassina” mi ha avvicinato con entusiasmo al mondo tanto complesso dell’ autismo. Far sì che se ne parli può essere utile a tutti noi. Contribuire con questa iniziativa è una goccia nel mare ma può contribuire a diffondere il messaggio”.

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli