Cultura

Da lunedì si torna al cinema e a teatro: niente mascherina al posto

Nella nuova ordinanza della Regione anche le regole per i luoghi di spettacolo

Da lunedì si torna al cinema e a teatro: niente mascherina al posto
Cultura Lecco e dintorni, 13 Giugno 2020 ore 15:57

Nuove regole, le sale cinema possono riaprire: ecco come.

LEGGI ANCHE Nuova ordinanza regionale: obbligo delle mascherine sino al 30 giugno

Da lunedì si torna al cinema e a teatro: niente mascherina al posto

Dovremo adattarci ma pian piano dopo mesi di lockdown e chiusura varie, ci si appresta a tornare a vivere spazi e servizi delle città e dei paesi. Da lunedì, oltre campus estivi, sale giochi e sagre locali riapriranno anche cinema e teatri oltre a circhi e luoghi di spettacolo di ogni tipo. Ormai fedele compagna di ogni uscita, la mascherina andrà indossata fino al raggiungimento del proprio posto in sala. Qui potrà essere tolta per gustarsi lo spettacolo in visione ma ogni volta ci si allontanerà dovrà tornare a coprire naso e bocca. Ogni sala dovrà essere dotata di disinfettante per gli spettatori.

Meno posti in platea

Oltre le mascherine, il distanziamento: anche in sala si dovrà essere ad almeno un metro di distanza dal vicino di posto e da chi è seduto davanti e dietro, a meno che non sia un convivente. Dovranno inoltre essere previsti, dove possibili, percorsi diversi per l’entrata e l’uscita per evitare temporanei assembramenti dato che anche in quei momenti si dovranno rispettare le distanze di sicurezza. Consigliata inoltre la prenotazione online.

Plexiglas

Una parziale novità, facoltativa per le sale, l’utilizzo del plexiglas: sia alla reception sia in sala per dividere i “nuclei di spettatori” come famiglie, conviventi e altre categorie non soggette fra loro al distanziamento interpresonale di un metro.

Guardaroba, aria e pulizia

Per quanto attiene al guardaroba, in uso specialmente nei teatri, il servizio è mantenuto ma con l’obbligo di conservare borse, giacche e indumenti in appositi sacchetti monouso. Dovrà poi essere garantita l’areazione degli ambienti interni verificando che gli impianti possano fornire un sufficiente ricambio dall’esterno, preferendo comunque dove possibile l’areazione esterna e pulendo periodicamente i filtri. Infine, la pulizia: si dovranno disinfettare tutti gli ambienti, locali e attrazioni con particolare attenzione alle aree comuni e alle superfici toccate con maggiore frequenza dal pubblico.