Dubbi e risposte

Zona rossa: fare la spesa fuori dal proprio Comune è possibile? I chiarimenti delle forze dell'ordine lecchesi

Orientarsi tra le regole non è sempre facile...

Zona rossa: fare la spesa fuori dal proprio Comune è possibile? I chiarimenti delle forze dell'ordine lecchesi
Cronaca Lecco e dintorni, 20 Gennaio 2021 ore 14:39

Zona rossa: fare la spesa fuori dal proprio Comune è possibile? La risposta a questa annosa domanda arriva dalle forze dell'ordine lecchesi.

Zona rossa: fare la spesa fuori dal proprio Comune è possibile? I chiarimenti delle forze dell'ordine lecchesi

Nella giornata di ieri a latere di una riunione in videoconferenza, sul tema sicurezza, organizzata dal Prefetto Castrese De Rosa con la presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri colonnello Igor Infante e del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza colonnello Paolo Cussotto, sono stati forniti dei chiarimenti sulla problematica degli spostamenti in zona rossa. A renderlo noto in particolare è stato il sindaco di Ballabio Giovanni Bruno Bussola.

"E’ stato confermato che, anche con il nuovo DPCM, fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti e laddove nel proprio Comune non si disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, "anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati" sottolinea il  primo cittadino valsassinese.

LEGGI ANCHE Autocertificazione gennaio 2021: ecco il modulo da scaricare e stampare

"Pertanto si è chiarito che i Ballabiesi, così come avvenuto nella zona rossa di Novembre, possono recarsi a Lecco per fare la spesa nonostante sia il Capoluogo di Provincia" aggiunge quindi Bussola.

Tutte le regole della zona rossa

Ricordiamo ancora una volta i provvedimenti in vigore:

Vietato raggiungere una seconda casa fuori dai confini comunali se non per motivi di urgenza o necessità (lavori, recupero oggetti importanti);

Lo spostamento verso una abitazione privata (per trovare parenti o amici) all’interno del comune è consentito per un massimo di una volta al giorno e per un massimo di due persone. Per i comuni con meno di 5.000 abitanti si può uscire dal comune verso una abitazione privata nel raggio di 30 km ad esclusione del capoluogo di provincia;

Resta invariata la fascia di coprifuoco 22-05;

Sono sospese le attività al dettaglio tranne vendita di generi alimentari o prima necessità;

Sospese le attività di ristorazione in loco;

Consentito l’asporto dei bar entro e non oltre le 18:00 (cod ATECO 56.3 e 47.25);

Consentito l’asporto dei ristoranti fino alle 22,00;

Sempre consentita fino alle 22:00 la consegna a domicilio;

Attività motoria consentita nei pressi della propria abitazione;

Università, scuole superiori, seconda e terza media in DAD (sì a laboratori);

Sempre consentito il rientro presso la propria abitazione.