Cronaca
Calolzio

Volpe investita e abbandonata: portata al Cras paralizzata e piena di vermi

"Le persone vogliono capire che l'obbligo di soccorso stradale è previsto per legge anche per gli animali?"

Volpe investita e abbandonata: portata al Cras paralizzata e piena di vermi
Cronaca Lecco e dintorni, 16 Settembre 2021 ore 11:32

Ennesimo episodio di maltrattamento contro gli animali, ennesima bestiola che ha rischiato la vita e che ora, fortunatamente, è in cura. Stiamo parlando di una volpe investita e abbandonata che è arrivata al Cras Stella del Nord di Calolziocorte paralizzata e piena di vermi. Solo poche settimane fa, sempre al centro di recupero per fauna selvatica calolziese era stato portato un piccolo di ghiro che era stato ricoperto di antipulci e che proprio per questo era morto intossicato. 

Volpe investita e abbandonata: portata al Cras paralizzata e piena di vermi

A denunciare ancora una volta lo scempio è Michela Vittoria Brambilla, fondatrice della  LE.I.D.A.A.  (La Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente) i cui volontari gestiscono proprio il Cras di Calolzio. Uomini e donne che si  prendono cura di animali in difficoltà e diffondono una cultura del rispetto dei diritti della fauna selvatica, ma che nelle ultime settimane si sono dovuti scontrare troppo spesso con una realtà che è purtroppo decisamente lontana dal concetto di rispetto.

"Questa povera volpe, che abbiamo chiamato Zorro, è l'ennesima creatura investita che arriva al nostro CRAS Stella del Nord. Completamente paralizzata e piena di vermi perché non soccorsa per giorni... ma è mai possibile che non si possa guidare con maggiore prudenza? - ha denunciato in rete l'onorevole Brambilla -  E le persone vogliono capire che l'obbligo di soccorso stradale è previsto per legge anche per gli animali? Davvero una situazione triste..la totale indifferenza verso una povera bestiola che soffre".

Come ci si deve comportare?

Il Codice della Strada stabilisce "che l’utente della strada, in caso di incidente stradale comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi un danno a uno o più animali da affezione, da reddito o protettiha l’obbligo di fermarsi e di porre ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito un danno. In mancanza dell’osservanza di un tale precetto, la menzionata disposizione prevede la sanzione amministrativa del pagamento di una somma che va da 413,00 euro a 1.658,00 euro. Viene, altresì, prevista l’eventualità che la persona sia “coinvolta” nel sinistro a danno dell’animale. In questa ipotesi, la sanzione amministrativa comporta il pagamento della pena pecuniaria da 83,00 euro a 331,00 euro". la norma prevede l’obbligo di assistenza non solo con riguardo a cani e gatti, ma anche con riferimento agli animali selvatici. In queste circostanze, sarà, però, necessario contattare il numero unico nazionale di emergenza ambientale 1515 o la Polizia Provinciale competente per territorio. Ricordiamo che gli animali appartenenti alla fauna selvatica non possono in nessun caso essere prelevati dai privati cittadini, nemmeno se feriti.

Zorro, la volpe investita e abbandonata,  lotta per sopravvivere

"Non so se riusciremo a salvare Zorro.. è messo troppo male - ha aggiunto Michela Vittoria Brambilla -  Ma certamente faremo tutto il possibile. Il nostro staff veterinario ci ha abituato ai miracoli.. forza Zorro!"