Scattano le contromisure

Violenza a Lecco, "Questo clima da Far West non si risolve con il Daspo ma con arresti"

A Lecco è in fase di elaborazione una ordinanza per limitare i tempi e i modi della somministrazione degli alcolici di notte e non solo

Violenza a Lecco, "Questo clima da Far West non si risolve con il Daspo ma con arresti"
Cronaca Lecco e dintorni, 01 Luglio 2021 ore 09:23

I ripetuti episodi di violenza avvenuti a Lecco e nel Lecchese nelle ultime settimane, con l'ultima grave aggressione a due Carabinieri avvenuta a Olginate lunedì sera da parte di un 36enne, dopo che nella stessa sera si era scatenata una rissa sul lungolago del paese con un 33enne di Calolzio finito in ospedale con ferite da arma da taglio, preoccupa non poco. Ieri, mercoledì 30 giugno il Questore di Lecco  Alfredo D'Agostino  ha emesso il terzo Daspo per la maxi rissa sui binari avvenuta il 15 giugno scorso  a Lecco (CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO). Ma in molti si dicono convinti che siano necessarie misure più severe per frenare la violenza a Lecco.

Escalation di violenza a Lecco

Tra questi il sindaco di Pescate Dante De Capitani: "L'aggressione a due carabinieri nella caserma di Olginate,  dopo l'intensificarsi  di episodi di violenza,  è la dimostrazione che esiste un problema sicurezza nel lecchese che deve essere affrontato a livello nazionale e non più solo provinciale".  Il sindaco "sceriffo", oltre ad esprimere la propria solidarietà  ai "due militari feriti per fortuna in modo lieve, e vicinanza a tutti gli uomini del maresciallo Luca Bianchini" rimarca il fatto che  "quando vieneassalita una caserma dei Carabinieri significa che l'escalation di violenza è giunta all'apice, e urgono interventi adeguati e una risposta da parte dello Stato ferma e severa".

"Questo clima da Far West non si risolve con il Daspo o con richiami verbali ma con arresti"

"Questo clima da Far West non si risolve con il Daspo o con richiami verbali ma con arresti, mettendo i delinquenti nell' impossibilità di nuocere - sentenzia de Capitani -  Come sindaco di Pescate a cui fa riferimento la stessa caserma di Olginate e confinante con la città di Lecco, sono preoccupato per la spirale di violenza in atto e chiedo interventi immediati per il ripristino della legalità perduta. Anche la caserma di Olginate deve essere implementata in termini di militari e dotazioni al fine di elevare l'attuale standard di sicurezza dei comuni a cui fa riferimento".

Violenza a Lecco, arriva l'ordinanza anti alcol

Intanto a Lecco è in fase di elaborazione una ordinanza ad hoc, elaborata dal sindaco Mauro Gattinoni, anche in collaborazione con il prefetto Castrese de Rosa e con il prefetto D'Agostino, per limitare i tempi e i modi della somministrazione degli alcolici di notte. Non solo ma nell'ordinanza ci saranno riferimenti al rispetto del decoro urbano e al divieto di bivacchi e assembramenti.