Valgreghentino: successo per la serata sull’educazione sanitaria con Aido, Avis e Opi Lecco

All’interno della festa degli alpini di Valgreghentino dello scorso 25 agosto è stato allestito uno stand informativo sul tema dell'educazione sanitaria

Valgreghentino: successo per la serata sull’educazione sanitaria con Aido, Avis e Opi Lecco
Lecco e dintorni, 06 Settembre 2018 ore 17:58

Durante la serata del 25 agosto 2018 all’interno della festa degli alpini di Valgreghentino è stato allestito uno stand informativo da parte delle Associazioni del Dono, Avis e Aido in collaborazione con l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecco. È stato offerto gratuitamente alla popolazione un momento di educazione sanitaria comprensivo di una misurazione dei parametri vitali da parte degli infermieri presenti. I consigli sono stati personalizzati grazie a una breve concomitante intervista circa lo stato di salute generale e sono stati distribuiti volantini informativi sulle attività delle Associazioni e con le “Regole d’Oro” per mantenersi in salute. Sono stati rilevati i parametri vitali tra cui pressione arteriosa, frequenza cardiaca e SpO2, a 70 persone, di cui 37 maschi e 33 femmine, con un’età compresa tra 51 e 70 anni.

I dati raccolti (Stato di salute generale)

Durante la breve intervista è emerso che oltre la metà delle persone riferisce di non soffrire di alcuna patologia cronica. Per quanto riguarda il resto del gruppo è stato riscontrato che 1 persona su 3 risulta affetta da ipertensione arteriosa, in linea con la percentuale nazionale che si attesta al 33%, secondo i dati raccolti dall’ Istituto Superiore di Sanità. Dal 20% degli intervistati sono state riferite inoltre altre patologie in numero minore tra cui ipercolesterolemia, ipo e ipertiroidismo, patologie cardiache, respiratorie e tumorali.

Le abitudini alimentari

Per quanto riguarda lo stile di vita alimentare quasi l’88% delle persone riferisce di assumere pasti regolari e di consumare frequentemente frutta o verdura. Grazie alla richiesta dei dati relativi ad altezza e peso, è stato possibile determinare il valore
di BMI (Body Mass Index) ed è stato riscontrato che oltre la metà delle persone intervistate risultano normopeso, cioè con un valore di BMI compreso tra 18.51 e 25.00. Circa il 40% è risultato sovrappeso e in particolare 9 persone rientrano nel range dell’obesità (BMI superiore a 30).

Fumo

Sul totale delle 70 persone intervistate 13 si sono dichiarate fumatori, mentre le restanti 57 riferiscono di non fumare (all’interno dei quali sono conteggiati anche 6 ex fumatori). Anche in questo caso la percentuale è sovrapponibile a quella nazionale (circa il 20%).

Pressione Arteriosa

Per quanto concerne la pressione arteriosa 53 persone su 70 hanno mostrato valori di pressione sistolica compresi tra 110 mmhg e 140 mmhg; mentre per quanto riguarda il valore di pressione diastolica è stato riscontrato che 62 persone presentano un valore uguale o inferiore a 80 mmHg. Le persone a cui sono stati riscontrati valori alterati sono soprattutto di sesso femminile, non fumatrici e senza diagnosi di patologie croniche.

Frequenza Cardiaca

Per quanto riguarda la frequenza cardiaca, 64 persone su 70 hanno presentato una FC compresa tra 64 e 80 bpm.

Conclusioni

A fronte di un campione che ha mostrato per la maggior parte di essere normopeso, di alimentarsi correttamente e con parametri all’interno del range di normalità, questo momento educativo ha permesso di sensibilizzare i partecipanti verso uno stile di vita più sano, evidenziando eventuali criticità e fornendo ulteriori spunti di miglioramento come l’incremento dell’attività fisica con tutti i benefici che ne derivano, l’aumento della varietà nell’alimentazione e nel consumo di frutta e verdura di stagione o, ancora, nel caso dei tabagisti sono stati forniti consigli per tentare almeno di ridurre il consumo di sigarette/die, illustrando i benefici che si ottengono nell’arco del tempo nonché la drastica diminuzione del rischio tumorale e cardiovascolare. Inoltre i presenti hanno avuto l’occasione rivolgere liberamente domande e chiedere consigli agli infermieri, ricevendo risposte sui loro dubbi e curiosità riguardanti il loro stato di salute; in particolare è stata sottolineata l’importanza dell’aderenza alla terapia in atto, come nel caso dell’ipertensione, e del rispetto dei programmi di follow up in cui le persone risultano già inserite.

Nuovi incontri

Vista la buona partecipazione all’evento, le Associazioni e l’OPI di Lecco non escludono la possibilità di riproporre altri momenti educativi e di screening, con l’obiettivo comune di promuovere la salute fra la popolazione locale.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia