Uno stadio più bello grazie ai richiedenti asilo FOTO

Il Sindaco: "Questo intervento di manutenzione porta benefici ad un’importante struttura comunale e dunque, in ultima analisi, alla città e alla sua comunità".

Uno stadio più bello grazie ai richiedenti asilo FOTO
Lecco e dintorni, 10 Agosto 2018 ore 17:10

Il progetto “decoro urbano” per la qualificazione dello stadio “Rigamonti-Ceppi” della città di Lecco si è sviluppato in 5 settimane, dal 9 luglio al 10 agosto 2018. I ragazzi hanno offerto il loro impegno quotidianamente.

I lavori effettuati allo stadio

Nelle prime 3 settimane si sono alternati gruppi di 30 ragazzi ed è stata effettuata la pulitura delle caditoie, degli spalti e dei seggiolini, la rimozione di calcinacci e inerti, dopodiché si è passati alla rasatura con cemento delle gradinate e sono iniziati i lavori di tinteggiatura. Nella 4^ settimana hanno partecipato turni di 70 ragazzi e nella quinta settimana turni di 40 ragazzi per un totale complessivo di circa 180 partecipanti. È stata effettuata anche l’igienizzazione di bagni, spogliatoi e uffici.

I centri di accoglienza da cui provengono i volontari

Nell'organizzazione delle squadre di lavoro i volontari dell'associazione "Lezioni al campo" si sono coordinati con i referenti dei centri di accoglienza del territorio da cui provengono i ragazzi volontari: “Sacra Famiglia” di Lecco-Maggianico, “Tre fontane” di Cremeno e Airuno, “Progetto ITACA” di Lecco, Ballabio, Malgrate e Calco, “Vega” di Carenno e Vercurago, “Arcobaleno” di Lecco, Mandello e Santa Maria Hoè, “Fondazione progetto ARCA” di Lecco.

Le qualità dei richiedenti asilo emerse grazie al progetto

Durante le mattinate di lavori allo stadio i ragazzi si sono coordinati, individuando tra loro 4 referenti e suddividendosi in diversi compiti operativi e di relazione con i tecnici del comune. In queste settimane è emersa la capacità dei ragazzi di auto-organizzarsi e di collaborare, nonchè diverse eccellenze e competenze professionali. I ragazzi potevano sempre contare sulla loro referente, Marta Casalone.

Un ringraziamento speciale

Il portavoce dei ragazzi è Bamba Adama, che durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi, venerdì 10 giugno, ha voluto rivolgere alcuni ringraziamenti speciali: “A nome di tutti i richiedenti asilo della provincia di Lecco, vorrei iniziare esprimendo il nostro ringraziamento all’assessore Valsecchi, al Comune di Lecco, a Lezioni al campo e alle varie cooperative, perché ci hanno dato l’opportunità di dimostrare le nostre capacità e la nostra esperienza professionale. Vi ringraziamo di avere avuto fiducia in noi perché senza ciò, nessuno avrebbe potuto affidarci questa responsabilità e questo compito di riqualificare lo stadio comunale di Lecco. Siamo orgogliosi di noi stessi, perché abbiamo realizzato un bellissimo lavoro, un capolavoro. A volte dobbiamo essere capaci di riconoscere e affermare a noi stessi e agli altri il nostro valore e la nostra positività. Durante questi mesi lo abbiamo dimostrato: siamo stati capaci di coordinarci e portare avanti un ottimo intervento per la città di Lecco, che è la nostra terra di asilo”.

Le parole del Sindaco Brivio

Presente alla conferenza anche il Sindaco di Lecco Virginio Brivio, che ha voluto sottolineare quanto sia stato importante l'intervento realizzato dai richiedenti asilo: “Dopo il primo importante intervento di ammodernamento dello stadio Rigamonti - Ceppi, realizzato grazie alla sostituzione del manto erboso naturale con un tappeto sintetico di ultima generazione a cura della società Calcio Lecco 1912, ecco una nuova inedita operazione di riqualificazione che ha reso lo stadio comunale di Lecco più pulito, ordinato e vivibile. E se da un lato la lavorazione del manto erboso, certificata per 10 anni, garantirà un miglior utilizzo del campo, in termini sportivi, e un aumento del valore dell’impianto, la riqualificazione degli spalti realizzata dalle ragazze e dai ragazzi migranti volontari, che hanno scelto di rendersi disponibili per questo intervento di manutenzione che porta benefici a un’importante struttura comunale e dunque, in ultima analisi, alla città e alla sua comunità, completa un processo di rinnovamento di un impianto sportivo che necessitava di attenzioni”.

"Il lavoro dei volontari ha un valore inestimabile"

Il primo cittadino di Lecco ha commentato ulteriormente il lavoro dei migranti: “500 mila euro il valore dell’operazione di acquisto e posa del tappeto sintetico, inestimabile quello del lavoro dei volontari ospitati nelle strutture del territorio provinciale di Lecco, coordinato dai responsabili delle stesse e supportato dagli operatori comunali e dagli sponsor, per la doppia valenza di utilità e integrazione sociale che l’intervento nel suo complesso ha rappresentato”.

4 foto Sfoglia la gallery