Ubriaco alla guida causò la morte dell’amica 22enne sulla Lecco-Ballabio. Chiesti 2 anni e mezzo

L’uomo è accusato di omicidio stradale. La sentenza il 9 luglio

Ubriaco alla guida causò la morte dell’amica 22enne sulla Lecco-Ballabio. Chiesti 2 anni e mezzo
Lecco e dintorni, 13 Giugno 2019 ore 14:20

Chiesti due anni e mezzo per il brugherese che era alla guida dell’auto in cui trovò la morte la 22enne di Pozzuolo Martesana Giada Viola Mornelli. Come riporta lamartesana.it Era risultato ubriaco dopo l’incidente.

Ubriaco alla guida il 12 maggio 2018

L’episodio risale alla notte del 12 maggio 2018 ed era avvenuto sulla Sp62 che collega Ballabio e Lecco.  Giada, residente a Pozzuolo, si trovava accanto al guidatore, un 24enne di Brugherio. Un’altra ragazza era seduta in uno dei sedili posteriori. L’auto su cui viaggiavano si era schiantata contro un muretto dopo una curva. Il conducente e l’altra donna non avevano riportato gravi ferite, la 22enne di Pozzuolo invece era stata trasportata a Lecco in codice rosso.

Tasso alcolemico di 2,11

I carabinieri intervenuti sul posto avevano sottoposto il conducente all’esame del tasso alcolemico, risultato di 2,11 grammi per litro. Quattro volte maggiore rispetto al massimo previsto di 0,5. Inoltre su quella strada non erano stati trovati segni di frenata, eventualità che ha fatto ipotizzare come il conducente non si sia accorto del pericolo imminente di schianto.

La richiesta della Procura

Il pubblico ministero ha chiesto una pena di due anni e mezzo con rito abbreviato per J.G, il 24enne di Brugherio. L’uomo è accusato di omicidio stradale. La sentenza è prevista per il prossimo 9 luglio dopo che il Gup Salvatore Catalano avrà ascoltato altre tesi in merito all’accaduto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia