Menu
Cerca

Troppi bambini e ragazzi senza la copertura dei vaccini

Gli studenti avrebbero dovuto dimostrare entro il 31 ottobre di aver fatto i vaccini

Troppi bambini e ragazzi senza la copertura dei vaccini
Cronaca 18 Novembre 2017 ore 18:07
642  bambini non hanno presentato la documentazione sui vaccini

In troppi ragazzi dai 6 ai 16 anni senza vaccini

In Lombardia ben sono 37.643 studenti non hanno presentato la documentazione prevista di avvenuta vaccinazione. Lo  ha comunicato  l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera. “Secondo i dati trasmessi alle 8 Ats di  Regione Lombardia che provengono da 632 strutture tra le 4006 scuole e Istituti  comprensivi presenti sul territorio sono 37.643 i ragazzi che non hanno presentato la documentazione di aver effettuato i vaccini”.  Si tratta di scuole frequentate da studenti che hanno dai 6 ai 16 anni (circa 1 milione e mezzo).

642 ragazzi dal territorio dell’Asst Lecco

Di questi ben 642 ragazzi  provengono dagli istituti del territorio che fa capo all’Asst  Lecco. Gli studenti avrebbero dovuto presentare  entro il 31 ottobre, la documentazione  necessaria, prevista in virtù  della legge Lorenzin sull’obbligo  vaccinale. Inoltre come previsto dalla normativa per gli inadempienti  non c’è  il divieto alla frequenza, ma è prevista una  sanzione pecuniaria se questi dovessero risultare inadempienti ai vaccini obbligatori e non accettassero di mettersi in  regola.

Gallera: «Cerchiamo di convincere le famiglie»

Giulio Gallera ha aggiunto: “Verificheremo immediatamente la situazione dei vaccini   dei 37.643 ragazzi che non hanno prodotto la documentazione e qualora risultassero inadempienti  avvieremo il percorso formale di recupero già  messo in atto per  i bambini dei nidi e delle scuole dell’infanzia, per convincere  i genitori a regolarizzare la situazione”.

Pugno di ferro

Infine l’assessore ha concluso minacciando di usare in caso contrario il pugno di ferro. “Ribadisco inoltre che saremo inflessibili  affinché si raggiunga la copertura vaccinale del 95% considerata  indispensabile per raggiungere l’immunità di gregge e la tutela  della salute della collettività”.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli