Treni lecchesi costantemente in ritardo, si viaggia come sui carri bestiame VIDEO ALLUCINANTI

Intanto arriva il "contentino" del bonus di ottobre.

Lecco e dintorni, 18 Settembre 2018 ore 17:33

Carri bestiame. Difficile descrivere altrimenti i treni "frequentati" quotidianamente dai pendolari lecchesi. Una situazione che si trascina ormai da tempo immemore e che va ben al di là delle problematiche degli ultimi giorni legate alla chiusura del Ponte di Paderno e alle ripercussioni sulla rete ferroviaria.

In ritardo e sovraffollati: ecco i treni lecchesi

Pigiati, schiacciati, quasi soffocati. Tanto che spesso non mancano malori. I viaggi da incubo dei pendolari lecchesi sono ben descritti nelle allucinanti immagini girate questa mattina sul treno delle 6.37 partito da Lecco e destinato a Milano Parta Garibaldi.

 

 

 

L'indice di affidabilità

E proprio in queste ore Trenord ha diffuso i dati sull'indice di affidabilità  della linee lombarde relativo al mese di luglio. Questo indicatore  tiene conto di ritardi e soppressioni dei treni della direttrice. Quando il valore dell’indice di affidabilità supera lo standard minimo previsto dai Contratti di Servizio, scatta il diritto al bonus per i possessori di abbonamento ferroviario mensile e annuale a Tariffa Ferroviaria Regionale.

Il bonus di ottobre

Per quanto riguarda l'area del Lecchese, a ricevere il bonus a ottobre saranno i viaggiatori delle linee Lecco - Molteno - Como, che ha un indice di 8,25%  a fronte del minimo del 5%,   Lecco - Bergamo - Brescia  che  ha un indice del 12,59% e , manco a dirlo, della ormai famigerata  Lecco - Carnate - Milano Porta Garibaldi che ha in indice di affidabilità del 10,96%.

3 foto Sfoglia la gallery

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter