Menu
Cerca
Comune commissariato

Terremoto in Brianza: sfiduciato l’ex dirigente della Questura di Lecco

E' stato un pilastro della polizia lecchese

Terremoto in Brianza: sfiduciato l’ex dirigente della Questura di Lecco
Cronaca Lecco e dintorni, 04 Aprile 2021 ore 15:30

Terremoto in Brianza: sfiduciato l’ex dirigente della Questura di Lecco. Venerdì 2 aprile 2021, alle 12, sette consiglieri del Comune di Briosco hanno presentato le loro dimissioni in Municipio – la metà più uno di quelli seduti in Consiglio comunale -, mandando così in pensione anzitempo l’Esecutivo guidato dal leghista Antonio Verbicaro eletto meno di due anni fa

Terremoto in Brianza: sfiduciato l’ex dirigente della Questura di Lecco

Ex ispettore superiore, già  coordinatore vice dirigente della divisione Anticrimine della Questura di Lecco, e anche segretario regionale del Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia), Verbicaro era stato eletto sindaco due anni fa. Come riportano i colleghi di primamonza.it La caduta della Giunta di centrodestra non arriva inaspettata. Da un mese ormai il sindaco Antonio Verbicaro non poteva più contare su una maggioranza in Aula. L’1 marzo, infatti, tre membri del suo gruppo – Verbicaro sindaco – gli avevano detto addio: l’assessore Giuseppe Redaelli, i consiglieri Enzo Formenti e Daniela Mattioli avevano sbattuto la porta, formando due nuovi gruppi in seno al parlamentino brioschese. La matematica parla chiaro: si contano tredici scranni in tutto in Aula, quattro occupati dall’opposizione di Fare Bene Comune ed altri tre dai “dissidenti”; con soli sei tra consiglieri e membri dell’Esecutivo rimasti, la Giunta non aveva più i numeri per andare avanti. Soprattutto in vista del termine ultimo per il disco verde al bilancio di previsione. Termine prorogato dal Governo dal 31 marzo al 30 aprile. Dopo trenta giorni di stallo, durante i quali i tentativi di pressing su Redaelli, Formenti e Mattioli non sono mancati (tutti inutili perché i tre non hanno fatto passi indietro), oggi i sette dimissionari hanno staccato definitivamente la spina. Notificate le dimissioni in Prefettura, in Municipio arriverà il commissario che traghetterà il Comune fino a nuove elezioni, probabilmente ad ottobre, insieme agli altri Comuni al voto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli