Cronaca
Lecco

Supplica alla Madonna della Rovinata: "Preghiamo per chi ha paura di tornare alla vita ordinaria" VIDEO

"L'economia ripartirà  se ripartiranno le persone, se  ripartirà la voglia degli imprenditori tornare a scommettere , se ripartirà la voglia di tornare a lavorare per il bene comune sempre con l'uomo al centro"

Cronaca Lecco e dintorni, 19 Maggio 2020 ore 12:51

Si è concluso oggi, martedì 19 maggio 2020, con la Supplica alla Madonna della Rovinata, il "pellegrinaggio cittadino" che il  prevosto di Lecco, monsignor Davide Milani ha promosso nei luoghi di culto lecchesi durante l'emergenza sanitaria. Un pellegrinaggio "iniziato nel momento più critico, davanti alla statua di San Nicolò - come ha ricordato lo stesso don Davide che ieri ha celebrato la prima messa in Basilica davanti ai fedeli - che oggi si conclude nel terrazzo di Lecco, un questo santuario che affaccia tanto caro ai lecchesi che affaccia sulla bellezza della nostra città". Presenti alla celebrazione officiata davanti alla chiesetta situata sopra il rione di Germanedo  il sindaco Virginio Brivio e anche il parroco don Alberto Cappellari che ha chiesto una benedizione per i malati e per quanti si prendono cura di loro.

Supplica alla Madonna della Rovinata: "Preghiamo per chi ha paura di tornare alla vita ordinaria"

"Benediciamo le  persone che sono ricoverate per ogni genere di patologia e chi ancora lotta per vincere questo male - ha detto don Davide -  benediciamo il personale medico,  paramedico, gli  infermieri, i dirigenti sanitari. Bene diciamo la casa di riposo Airoldi e Muzzi e tutte le rsa. Benediciamo tutte le nostre comunità cristiane, da qui  vediamo i campanili delle nostre chiese.  Siamo in una fase cosiddetta di ripartenza ci stiamo organizzando per tornare a celebrare l'eucarestia,  un impegno gravoso ma  importante  e anche tutti voi, con prudenza e senza fretta tornerete ad accostarvi al sacramento. Benediciamo tutte le nostre case, le nostre famiglie,  che soffre,  chi ha paura tornare la vita ordinaria. Benediciamo i nostri ragazzi che stanno vivendo l'esperienza della scuola distanza dentro le loro case, che stanno soffrendo per la mancanza di rapporti diretti con i propri amici. Benediciamo le  realtà aggregative, i  mille modi  con cui volontariato si esprime nella nostra città. Benediciamo tutte le realtà economiche,  dai piccoli negozi alle  grandi imprese. L'economia ripartirà  se ripartiranno le persone, se  ripartirà la voglia degli imprenditori tornare a scommettere , se ripartirà la voglia di tornare a lavorare per il bene comune sempre con l'uomo al centro".

Il ringraziamento al sindaco Virginio Brivio

Il prevosto ha poi voluto pubblicamente ringraziare il sindaco Brivio, che ha partecipato  ai momenti di preghiera. "La sua presenza ha testimoniato l'unione della città. Non esiste una divisione tra credenti e cittadini, anche i fedeli sono cittadini. E l'unione, con il rispetto delle  responsabilità di ciascuno, è stata provvidenziale, perchè solo insieme usciremo da questa emergenza"