Calolzio-Olginate

Strazio per la scomparsa del giovane papà  Michele Di Perna: aveva solo 46 anni

La moglie "Ora è su in cielo che allena"

Strazio per la scomparsa del giovane papà  Michele Di Perna: aveva solo 46 anni
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Agosto 2021 ore 15:00

Un dolore lancinante accomuna oggi, domenica 8 agosto 2021,  Calolzio e Olginate, due comunità unite nel cordoglio più profondo per la scomparsa di  Michele Di Perna. Il giovane papà aveva solo 46 anni e da tempo lottava contro un male che oggi lo ha strappato dalle braccia dei suoi cari.

Strazio per la scomparsa del giovane papà Michele di Perna: aveva solo 46 anni

Originario di Calolziocorte Michele di Perna  viveva dall'altra parte dell'Adda, a Olginate, con la moglie  Laura e  i figli  Lukas ed Esther ma era profondamente rimasto legato alla sua cittadina di origine e in particolare alla frazione di Foppenico. Qui, negli anni scorsi, era facile trovarlo al campo sportivo dove il figlio giocava a calcio e dove lui si era impegnato come volontario nella Polisportiva in qualità di allenatore

E sono proprio i  membri  la società diretta dal presidente Fulvio Rota che hanno voluto tributargli un omaggio pubblico. "Appresa la notizia della scomparsa di Michele, lo vogliamo ricordare con questa foto risalente a una delle esperienze più belle vissute insieme"  hanno scritto postando una immagine della Florence Cup, famoso torneo di calcio giovanile che si disputa a Firenze e che aveva visto in campo i giovani calciatori calolziesi.

 

A sinistra Michele Perna

"Michele è stato uno di noi, al seguito dell'amato figlio Lukas. A lui, alla figlia Ester e alla moglie Laura mandiamo un abbraccio e le nostre più sincere condoglianze".

"Ora è su in cielo che allena"

"Mi sembra di vederti seduto sulla panchina gialla nel parchetto sotto casa. In piazza del mercato ad aspettare Laura e Chiara. Mi sembra un tempo che si è fermato lì, sotto il porticato di casa, nei giri in motorino, nelle estati calde, nelle musiche di Vasco... Che l’amicizia resta, anche quando le vite si separano e le distanze si allungano..." ha scritto una cara amica in rete dove il dolore per la scomparsa del 46enne si è fatto palpabile e si è trasformato in una valanga di ricordi.  "Fai buon viaggio".

E ancora:

"Ciao Michele, continua ad allenare da lassù senza più pensieri e dai la forza a chi hai lasciato solo quaggiù di vivere il domani, sorridendo al tuo ricordo".

"Addio Michele, non ho mai conosciuto persona con più forza di te, voglio cantare ancora le nostre canzoni insieme a te e la morte questo non lo impedirà".

"Ora è su in cielo che allena" ha detto la moglie Laura rispondendo alle tante, tantissime persone che le hanno voluto testimoniare la propria vicinanza per la perdita  dell'amato marito, grande uomo e grande papà, che adorava i propri figli e che aveva due grandi passioni, i colori rossoneri del Milan, sua squadra del cuore e le  canzoni di Renato Zero.

E tanti si stringeranno ancora intorno alla famiglia martedì 10 agosto nella chiesa parrocchiale di Foppenico dove  alle 10.30 dove verrà celebrata la cerimonia funebre.