Cronaca
Nella Brianza

Si schianta e poi aggredisce i carabinieri, "stuntman" nei guai

E' successo a Besana in Brianza lo scorso venerdì 19 novembre

Si schianta e poi aggredisce i carabinieri, "stuntman" nei guai
Cronaca Brianza, 21 Novembre 2021 ore 09:29

"Stuntman" ubriaco, per evitare un posto di blocca, prendere una rotonda in contromano, ma si schianta e poi aggredisce i carabinieri. E' il padre del "Lupin" che aveva tentato il colpo maldestro all'oratorio.

Si schianta e poi aggredisce i carabinieri

Come riportano i colleghi di primamerate, alle 02:40 di notte di venerdì 19 novembre 2021, in Viale Kennedy di Besana in Brianza, un 46enne residente a Cassago Brianza (LC), a bordo della sua Peugeot 307 grigia station-wagon, alla vista della paletta sollevata dai carabinieri per intimargli l’alt, ha tentato un’improvvisa manovra da “stuntman” per imboccare la rotatoria contromano e si è schiantato contro vari cartelli stradali. L’uomo poi, con la macchina malconcia e il motore fumante, ha tentato di proseguire la corsa finendo ma, nella vicina Via Piave, ha finito per essere raggiunto dai militari.

L'uomo era completamente ubriaco

Lì, palesemente ubriaco, nonostante le evidenti difficoltà a mantenere l’equilibrio e a pronunciare frasi di senso compiuto, è riuscito trovare un barlume di lucidità per insultare e minacciare a più riprese i militari.
Questi ultimi, dopo aver riportato l’uomo alla calma, lo hanno accompagnato in ospedale per gli accertamenti del caso tra i quali quello del tasso alcolemico nel sangue che ha attestato un valore di circa 2,5 g/l, sei volte e mezzo oltre il limite consentito. 

Scattata la denuncia

Per il 46enne (convivente, autista, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona e in materia di armi) è scattata quindi la denuncia per guida in stato d’ebbrezza (art. 186 C.d.s.) e resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale (artt. 337 e 341 bis c.p.) nonché il ritiro della patente di guida. Le gesta maldestre dell’improbabile “stuntman” richiamano sicuramente quelle del figlio, il “Lupin” che qualche settimana fa era finito sui giornali di mezzo mondo per aver fallito un furto all’oratorio coperto dal rintocco delle campane.

LEGGI ANCHE Bollette e benzina alle stelle: la classifica delle città più penalizzate dai rincari