Cronaca
Lecco

Si getta nel lago in stato confusionale e poi si nasconde in un cunicolo: salvato dai pompieri

Intervento dai contorni drammatici nella tarda serata di ieri, giovedì 7 luglio 2022 di Vigili del fuoco

Si getta nel lago in stato confusionale e poi si nasconde in un cunicolo: salvato dai pompieri
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Luglio 2022 ore 07:29

Intervento dai contorni drammatici nella tarda serata di ieri, giovedì 7 luglio 2022 di Vigili del fuoco di Lecco che hanno tratto in salvo un uomo che ha rischiato grosso. Il malcapitato,  completamente in stato confusionale, si è prima gettato nel lago e poi si è nascosto in un tunnel. Tutto è successo intorno alle 23 sul lungolago di Lecco, di fronte agli occhi sconcertati e preoccupati di tantissimi lecchesi e turisti.

Si getta nel lago in stato confusionale

L'incredibile vicenda è avvenuta tra il  monumento dei caduti e la piattaforma galleggiante, uno dei tratti più frequentati e animati in queste caldissime sere d'estate.

Difficile stabilire cosa sia passato nella testa dell'uomo che in stato di profonda alterazione si è buttato in acqua poco distante dalla Canottieri Lecco.

LEGGI ANCHE Disperso sul San Martino: maxi mobilitazione per salvarlo

La richiesta di aiuto

I presenti comprensibilmente spaventati hanno subito chiesto aiuto temendo che la situazione potesse trasformarsi in tragedia.

Sul posto si sono precipitati sanitari, forze dell'ordine e i Vigili del Fuoco di Lecco con un auto pompa serbatoio e la squadra nautica.

Sono stati proprio questi ultimi, a bordo della pilotina, ad entrare in acqua alla ricerca  dell'uomo che aveva nuotato per un cinquantina di metri per poi sparire.

 

"Il nascondiglio"

Fortunatamente il malcapitato non era annegato: era riuscito a riguadagnare la riva a nuoto e proprio lì ha scovato l'accesso di in tunnel, probabilmente una condotta fognaria, che porta nelle viscere del centro storico.

Un "rifugio" reso visibile solo dalle bassissime condizioni del lago visto che visto che abitualmente è sommerso dall'acqua. E i vigili del fuoco di dono dovuto addentrare nello stretto tunnel per riuscire a salvare l'uomo-

Affidato ai sanitari

Vigili del fuoco hanno percorso infatti per una cinquantina di metri il  cunicolo per recuperare il malcapitato. Quest'ultimo una volta trasportato all'esterno,  è stato affidato ai sanitari che lo hanno trasportato in ospedale in ambulanza per gli accertamenti del caso.

LEGGI ANCHE Non ancora attivato il presidio acquatico dei Vigili del fuoco: i pompieri lanciano l'allarme

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter