LECCO

Lo “scassinatore seriale” evade dai domiciliari: arrestato

Dopo l'inseguimento torna a casa ed entra da una finestra, ma ad attenderlo ci sono gli agenti.

Lo “scassinatore seriale” evade dai domiciliari: arrestato
Lecco e dintorni, 13 Agosto 2020 ore 09:51

Pochi giorni fa era stato arrestato un 36enne lecchese che ha commesso oltre 10 furti dopo il lockdown, scassinando bar, distributori e non solo a Lecco e in Brianza. I suoi arresti domiciliari però sono durati ben poco perché ieri notte, tra mercoledì 12 e giovedì 13 agosto, l’uomo è stato beccato fuori dalla propria abitazione e così è stato condotto alla Casa Circondariale di Lecco.

Evade dai domiciliari: arrestato “scassinatore seriale”

Nella notte appena trascorsa, tra mercoledì 12 e giovedì 13 agosto, il personale della Polizia di Stato di Lecco – Squadra Volanti, ha arrestato G.L. per i reati di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, che dalle indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Lecco, è indagato per numerosi furti con scasso commessi al termine del periodo di lockdown a Lecco e in Brianza. Lo scorso 10 agosto l’uomo era stato posto agli arresti domiciliari, in virtù del provvedimento emesso dal G.I.P. del Tribunale di Lecco.

Dopo l’inseguimento torna a casa: ad attenderlo ci sono gli agenti

Poco dopo la mezzanotte, gli Agenti delle Volanti, durante un servizio di controllo del territorio, hanno individuato in Largo Caleotto l’uomo a bordo della sua autovettura. Gli agenti hanno iniziato l’inseguimento del 36enne, che però è riuscito a sfuggire. Un altro equipaggio della Polizia, nel frattempo, si è portato all’esterno dell’abitazione dell’uomo per constatarne l’assenza e attendere il rientro. Poco dopo, G.L. è tornato a casa, ma ha parcheggiato la macchina a notevole distanza dall’abitazione, consapevole che gli agenti lo attendevano all’esterno. Una volta arrivato a casa, il 36enne ha scavalcato un cancello e un muro di cinta, prima di arrampicarsi sulla parete esterna del palazzo e raggiungere il davanzale posto dinnanzi la finestra del bagno di un suo vicino di casa, a circa 10 metri di altezza. Il vicino, accortosi del pericolo che il 36enne stava correndo, lo ha aiutato ad entrare nell’abitazione e poi l’uomo ha fatto rientro nel proprio appartamento, dove però c’erano ad attenderlo gli agenti.

G.L. così è stato arrestato per i reati di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Nella giornata di oggi, giovedì 13 agosto, l’arresto è stato convalidato ed il Tribunale di Lecco ha disposto l’applicazione della custodia cautelare in carcere quale aggravamento della precedente misura. Conseguentemente, il 36enne è stato condotto alla Casa Circondariale di Lecco.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia