Cronaca

Rubò in Questura: beccato di nuovo con le mani nel sacco... anzi nei pantaloni

Ora il giovane si trova in carcere in attesa del processo.

Rubò in Questura: beccato di nuovo con le mani nel sacco... anzi nei pantaloni
Cronaca Lecco e dintorni, 18 Febbraio 2020 ore 18:05

Rubò in Questura: beccato di nuovo con le mani nel sacco... anzi nei pantaloni. Il lupo perde il pelo, ma non il vizio, dice un proverbio che si attaglia bene al protagonista di questa singolare vicenda. Stiamo parlando di  G. E. S. E., diciannovenne, di nazionalità egiziana, irregolare in Italia, che è stato arrestato  ieri, lunedì 17 febbraio 2020 dagli Squadra Volanti della Questura di Lecco per tentato furto aggravato.

Rubò in Questura: beccato di nuovo con le mani nel sacco... anzi nei pantaloni

Il giovanissimo è stato fermato intorno alle 17.30 al Centro Commerciale la Meridiana dopo aver tentato di rubare un paio di pantaloni da 60 euro all'interno di un negozio sportivo.  Il 19enne aveva fatto attivare l’allarme delle barriere anti taccheggio nel tentativo di uscire dal negozio. Aveva indossato i pantaloni rubati sopra i suoi,  rompendo un dispositivo  di sicurezza e poi aveva provato ad andarsene. Peccato che ignorasse che i sistemi antifurto, attaccati ai pantaloni, fossero due e così le barriere sonore hanno fatto il loro dovere.

LEGGI ANCHE Ruba i soldi all’amico in Questura e si scaglia contro gli agenti. Arrestato

A quel punto è stato fermato e accompagnato in Questura dove gli agenti lo hanno identificato e hanno scoperto che si trattava dello stesso giovane che, poco più di un mese fa, aveva tentato di tubare i soldi dell'amico... proprio all'interno dei locali ella Questura. Oggi l'arresto del 19enne è stato convalidato ed è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio previsto per il 4 marzo. 

Seguici sui nostri canali