#roadgoal

RoadJob Academy 2020, consegnati i diplomi ai 34 partecipanti

Ora per i 24 diplomati con la valutazione migliore inizia un nuovo percorso in azienda.

RoadJob Academy 2020, consegnati i diplomi ai 34 partecipanti
Lecco e dintorni, 21 Novembre 2020 ore 12:03

Il percorso di RoadJob Accademy 2020 si è concluso lo scorso giovedì 19 ottobre con la consegna dei diplomi ai 34 giovani partecipanti.

RoadJob Accademy 2020: la consegna dei diplomi

La consegna dei diplomi di RoadJob Academy 2020, si è tenuta lo scorso giovedì 19 novembre con l’evento on line #ROADGOAL. Ieri il primo ingresso in azienda dei 24 diplomati con valutazione migliore, per i quali si apre, nell’immediato, un concreto percorso lavorativo, di quattro settimane, nelle 18 aziende del Network, nei più vari settori: dal biomedicale all’arredamento, dall’elettronica alla meccanica. Il Network, aperto all’adesione di sempre nuovi aziende e territori, vede come obiettivo prioritario facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, grazie ad un’esperienza di orientamento e formazione avanzata: RoadJob Academy.

“Non abbiamo mai cessato di crederci”

“Oggi possiamo parlare di una sfida vinta. RoadJob Academy è nata per condividere crescita ed evoluzione, dei giovani, del territorio e delle imprese. In questo 2020, complesso e ancora troppo spesso drammatico, non era per nulla scontato ripartire e portare a termine con successo l’Academy. Ma non abbiamo mai cessato di crederci, guardando al futuro, forti del nostro Network che ha dato ottima prova di sé, continuando sempre a progettare e a lavorare con entusiasmo, a questo progetto, anche nei mesi del lock down” è il commento di Primo Mauri, Presidente Associazione RoadJob.

“Abbiamo lavorato in sicurezza e condiviso nuovi percorsi di crescita”

“Se guardiamo ai mesi scorsi, in una sorta di flash back, non è facile credere a tutto quanto RoadJob Academy ha potuto concretizzare e a quanto abbiamo vissuto sul campo. Pensiamo con orgoglio condiviso che si tratti di un segnale molto importante, in una fase tuttora molto critica e sofferta per il nostro Paese” commenta Marco Onofri, Vice Presidente RoadJob. “Abbiamo avuto con noi il Network di imprese ed enti di formazione, un nuovo Comitato Scientifico e sempre nuovi partner. Grazie a tutti abbiamo lavorato in sicurezza, condiviso fra l’altro con i nostri ragazzi nuovi percorsi di studio e di crescita, di prassi riservati a manager e imprenditori”.

Il grande lavoro del Comitato scientifico

L’edizione 2020 è frutto del lavoro del Comitato scientifico che ha avuto un ruolo anche nel definire le figure di riferimento per i tre percorsi professionalizzanti previsti: tecnici specializzati con competenze specifiche di PRODUZIONE MECCANICA, in particolare di conduzione di impianti e macchinari industriali; MANUTENZIONE, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti; PRODUZIONE ELETTRONICA, per la realizzazione e il collaudo di sistemi elettrici ed elettronici. Le giovani risorse selezionate hanno seguito un percorso mirato, formativo e professionalizzante. Particolare attenzione è stata dedicata alla definizione e al rispetto delle norme di prevenzione e all’introduzione di protocolli di sicurezza di massima cautela.

I contenuti dei tre percorsi professionalizzanti

  • PRODUZIONE MECCANICA, per condurre macchinari e impianti è il percorso formativo che offre conoscenze e pratiche dedicati all’apprendimento del know how per la conduzione di impianti e macchinari industriali. Il percorso avvia i giovani alle professioni di attrezzista e operatore di macchine automatiche e semiautomatiche.
  • MANUTENZIONE, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti è il percorso dedicato a manutenzione meccanica ed elettrica, progettazione e disegno meccanico, automazione industriale. Sono solo alcune delle competenze al centro di questo percorso, necessarie ai professionisti che mantengono l’efficienza degli asset produttivi.
  • PRODUZIONE ELETTRONICA, saper realizzare e collaudare impianti elettrici ed elettronici è il percorso qualificante pensato per il conseguimento delle giuste competenze tecniche – attraverso simulazioni teoriche e pratiche di saldatura e l’utilizzo di strumenti specifici, quali un CAD elettrico – per la formazione del ruolo di operatore elettronico.

Le 18 imprese aderenti al network

  • Dai S.p.A (Tavernerio-CO);
  • Tecnologie d’Impresa (Cabiate-CO);
  • Téchne (Erba-CO); Softer S.r.l (Cernobbio-CO);
  • A.A.G Stucchi S.r.l (Olginate-LC);
  • Consorzio PREMAX (Premana-LC);
  • Deca S.r.l. (Monte Marenzo-LC);
  • Fiocchi Munizioni Spa (Lecco);
  • Gilardoni S.p.A. (Mandello del Lario-LC);
  • Gilardoni Vittorio S.r.l. (Mandello del Lario-LC);
  • Officine Melesi (Cortenova-LC);
  • Panzeri S.p.A. (Bulciago-LC);
  • Rodacciai (Bosisio Parini-LC);
  • Rosval (Nibionno-LC);
  • Tecnoprobe S.p.A. (Cernusco Lombardone-LC);
  • Tentori Enzo (Valmadreara-LC);
  • Agrati Group S.p.A. (Veduggio-MB);
  • Formenti e Giovenzana S.p.A. (Veduggio-MB).
7 foto Sfoglia la gallery
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia