Cronaca

Rischia di annegare nel lago: ancora gravissimo, è stata una congestione

Le speranze per Toni Tiberio si affievoliscono di ora in ora.

Rischia di annegare nel lago: ancora gravissimo, è stata una congestione
Cronaca Lago, 11 Agosto 2018 ore 13:14

Rischia di annegare nel lago: ancora gravissimo, è stata una congestione. Le condizioni del giovane 25enne si stanno aggravando di ora in ora. Intanto emergono dettagli sull’incidente: a farlo annegare sarebbe stato un malore a seguito di una congestione.

Rischia di annegare nel lago: ancora gravissimo, è stata una congestione

Le speranze per Toni Tiberio si affievoliscono di ora in ora. Il giovane 25enne, soccorso martedì 7 agosto a Bellano dopo essere annegato, è ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale di Lecco. E gli ultimi aggiornamenti medici purtroppo confermano una situazione di estrema gravità.

I parenti del ragazzo restano appesi ad una flebile speranza ma la stessa zia di Toni, titolare di un ristorante a Verderio, questa mattina ha scritto sul gruppo di Sei di Vimercate se… che “oramai non ci sono più speranze”. 

La dinamica dell’incidente

Un tragico incidente quello di cui è rimasto vittima il 25enne. Il ragazzo infatti si trovava a Bellano in compagnia di alcuni amici e stava facendo una partita a pallone sulla spiaggia dopo aver pranzato. Quando intorno alle 16 la palla è finita in acqua e Toni per recuperarla si è tuffato. Senza più riemergere. Con tutta probabilità è stata una congestione a provocare il malore.

I soccorsi

A soccorrerlo in prima battuta è stato un un vigile del fuoco che si trovava sulla spiaggia con sua figlia. Appena ha capito quel che stava accadendo, non ha esitato e si è buttato in acqua. Sul posto sono poi arrivati i volontari del soccorso bellanese, un’automedica e l’elisoccorso da Sondrio, che ha trasportato il ragazzo in codice rosso all’ospedale di Lecco.

Toni e la passione per l’ingegneria

Toni ha sempre vissuto in Abruzzo fino a quando, 5 anni fa, si è trasferito a Vimercate, a casa della zia, per poter studiare Ingegneria gestionale a Bergamo, dove gli resta un solo esame da superare prima della laurea. Nel Vimercatese “ha tantissimi amici” – ci ha raccontato con un filo di voce il fratello al telefono. Amici che ovviamente ora si stringono ai familiari del ragazzo che sta lottando tra la vita e la morte.