Cronaca
Perledo

Rinvenuto il corpo senza vita di Alberto Ongania

Il corpo individuato questa mattina, una trentina di metri sotto la strada panoramica che attraversa la Val d'Esino

Rinvenuto il corpo senza vita di Alberto Ongania
Cronaca Lago, 03 Dicembre 2022 ore 14:40

Si sono concluse questa mattina, sabato 3 dicembre 2022,  le ricerche di Alberto Ongania, il 53enne   scomparso tre settimane fa da Perledo senza lasciare tracce. Il suo cadavere è stato infine individuato dagli uomini del Soccorso Alpino in località Bologna, una trentina di metri sotto la strada panoramica che, tornante dopo tornante, percorre la Val d'Esino.

Alberto Ongania scomparso dall'11 novembre

Alberto Ongania,  residente a Perledo, lavorava  come cuoco al Crotto di Bologna, frazione di Perledo. Risultava assente dalla sua casa in via Per Esino dalla serata di venerdì 11 novembre 2022.  Ad avvisare le forze dell'ordine della sua scomparsa era stato il fratello Renato. Subito la comunità locale si era allarmata e anche su Facebook era stato pubblicato l'annuncio della scomparsa chiedendo, a chiunque avesse informazioni, di collaborare alle ricerche. Dalla mattinata di domenica  13 novembre,  su disposizione del Prefetto Sergio Pomponio,  Soccorso Alpino e Vigili del Fuoco, con il nucleo alpino speleo fluviale e cinofilo, avevano attivato una ricerca su vasta scala, perlustrando i sentieri e le aree impervie tra Perledo e Varenna anche con l'utilizzo di droni.

L'Appello del fratello Renato al presidente Mattarella

Le ricerche e si erano ufficialmente interrotte qualche giorno fa, per mancanza di tracce e riscontri capaci di imprimere una svolta.  Ma alcuni volontari, tra i quali famigliari e amici, non hanno mai smesso. Intanto la vicenda aveva guadagnato le cronache nazionali per l'appello rivolto al Presidente della Repubblica: il fratello di Alberto Ongania, Renato,  chiedeva aiuto a Mattarella, contestando l'assurdo della legge sulla Privacy che impediva di verificare i tabulati telefonici dello scomparso per poterlo individuare.

Il corpo in un dirupo sotto la strada provinciale

Questa mattina, attorno alle 10, l'epilogo che purtroppo ha realizzato i peggiori timori sulla sorte del cinquantatreenne: il corpo senza vita di Ongania è stato individuato in un dirupo sotto la strada che collega Esino a Perledo. dagli uomini del Soccorso Alpino che da questa mattina stavano battendo i canali adiacenti alla Provinciale.

 

 

Seguici sui nostri canali