Menu
Cerca
Lecco

Rapinarono e aggredirono con una bottiglia di vetro uno studente nel parcheggio de la Meridiana: fermati due fratelli

Il grave episodio di violenza risale allo scorso 20 febbraio

Rapinarono e aggredirono con una bottiglia di vetro uno studente nel parcheggio de la Meridiana: fermati due fratelli
Cronaca Lecco e dintorni, 23 Aprile 2021 ore 12:51

Rapinarono e aggredirono con una bottiglia di vetro uno studente nel parcheggio de la Meridiana: fermati due fratelli. I carabinieri della Stazione di Lecco, al termine delle indagini, hanno eseguito due custodie cautelari emesse dal Tribunale di Lecco, una delle quali in carcere, nei confronti degli autori del violento episodio avvenuto nella serata dello scorso 20 febbraio a Lecco. 

Rapinarono e aggredirono con una bottiglia di vetro uno studente nel parcheggio de la Meridiana: fermati due fratelli

I due fratelli S.Y., 21 anni  ed S.M.W., di due anni più giovane, cittadini tunisini, residenti a Lecco, entrambi noti alle Forze di Polizia, aggredirono uno studente 18enne originario del Togo e residente a Rogeno nei pressi del parcheggio esterno del centro commerciale di Largo Caleotto (per altro tetro negli stessi i anche di una rapina commessa ai danni di un  tredicenne per la quale dovrà rispondere, davanti al Tribunale dei Minorenni di Milano, un ragazzino di soli 14 anni). 

Il 18enne era stato aggredito da un gruppo di giovani che, dopo averlo colpito con calci, pugni ed una bottiglia di vetro, lo aveva rapinato della somma di  100 euro in contanti e della carta d’identità, custoditi all’interno della tasca del giubbotto.

I carabinieri sono riusciti a risalire ai due fratelli: il più grande è stato arrestato e trasferito nel carcere di Pescarenico mentre il fratello minore è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Lecco. Sono  ancora in corso le indagini per risalire all’identità degli altri partecipanti all’aggressione del giovane studente del Togo.