Menu
Cerca

Raffaele Sollecito protagonista della serata dedicata all’ingiusta detenzione e a Guido Milani

Milani, 34 anni, oggi è in carcere a Rimini dopo la condanna definitiva a 4 anni e 6 mesi per prostituzione minorile, violenza sessuale e cessazione di stupefacenti. La scorsa settimana è tornato a Lecco, in tribunale,  per un altro processo che lo vede imputato per violenza sessuale.

Raffaele Sollecito protagonista della serata dedicata all’ingiusta detenzione e a Guido Milani
Oggionese, 27 Ottobre 2019 ore 16:32

L’ingiusta detenzione. Questa è stata la tematica della serata promossa ieri  a Bellaria Igea Marina da Ragazzi e Cinema, l’associazione nata a Oggiono e fondata da Guido Milani, 34 anni, oggi detenuto in carcere a Rimini dopo la condanna definitiva a 4 anni e 6 mesi per prostituzione minorile, violenza sessuale e cessazione di stupefacenti.  La scorsa settimana Milani è tornato a Lecco, in tribunale,  per un altro processo che lo vede imputato per violenza sessuale.

LEGGI ANCHE Abusi sessuali su minori: Guido Milani in carcere

Protagonista dell’incontro dibattito, intitolato  Vite Rubate, Raffaele Sollecito accusato, con l’ex fidanzata Amanda Knox di acer assassinato Meredith Kercher. Sollecito, assolto in Cassazione per non aver commesso il fatto, è stato  intervistato ieri sera dal giornalista e Michele Cuccuzza che in apertura di serata ha citato l’eclatante caso di Enzo Tortora.

La dedica a Guido Milani

“La Cooperativa Ragazzi e Cinema ha tenuto particolarmente a questo dibattito perché si sente toccata dalla storia del suo fondatore Guido Milani, ed è propensa a intraprendere altre iniziative simili sia perché ha desideri di sostenere il proprio fondatore, sai per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica” si legge in una nota del  sodalizio che ha sempre difeso Milani.

 

Raffaele Sollecito

“Più di 1000 persone all’anno sono incarcerate ingiustamente in Italia per un risarcimento da parte dello stato di 800 milioni di euro, una persona ogni 8 minuti subisce errori giudiziari in Italia”. Questi alcuni dati snocciolati durante la serata. Quindi è stata la volta di Sollecito che ha raccontato la sua vicenda, i quattro anni di detenzione, tre dei quali in regime di massima sicurezza e poi la sua rinascita.

La linea difensiva del legale di Milani

Non solo ma ha preso la parola anche l’avvocato Renato Pulcini, difensore di Guido Milani, che ha ribadito la linea difensiva già sostenuta in passato: “Guido Milani, accusato di violenza sessuale non sia in grado di poter avere alcun rapporto a causa di un problema medico ai genitali e quindi non può materialmente aver commesso il fatto. Due perizie redatte da illustri professori di cui uno di fama internazionale lo attestano.Guido Milani non può aver commesso un atto di violenza sessuale in quanto ancora vergine. Le perizie per un problema di procedura non sono state ammesse al rito abbreviato. Quindi si aspetta la risposta alla revisione del processo in cui la difesa di Milani ha chiesto di sottoporre Guido ad una perizia da parte del tribunale; purtroppo le adesioni alle richieste di revisioni del processo in Italia danno spesso esito negativo e questo è un dato inconfutabile”

LEGGI ANCHE Dalla parte di Guido Milani: “Non può essere colpevole, è vergine”