Raccolta rifiuti, nell’Oggionese parte la tariffazione puntuale: arrivano i sacchi col microchip

La sperimentazione riguarderà Oggiono, Ello, Colle Brianza, Santa Maria Hoè, La Valletta Brianza e Dolzago.

Raccolta rifiuti, nell’Oggionese parte la tariffazione puntuale: arrivano i sacchi col microchip
Oggionese, 30 Ottobre 2019 ore 15:35

Raccolta rifiuti, nell’Oggionese parte la tariffazione puntuale: arrivano i sacchi col microchip. Lo ha stabilito l’Assemblea di Coordinamento Interprovinciale di SILEA  presieduta dal presidente Domenico Salvadore e dal direttore generale Marco Peverelli che si è riunita ieri.

 

LEGGI ANCHE Silea, bilancio negativo, disavanzo da oltre 3 milioni di euro

Al via la  tariffazione puntuale: arrivano i sacchi col microchip

L’assemblea infatti ha discusso ed approvato  la proposta del Consiglio di amministrazione di dare avvio, nei tempi già indicati dall’Assemblea stessa, al progetto di contabilizzazione puntuale dei rifiuti e successivamente di tariffazione puntuale con modello di sacco RFID (con microchip) rispetto a quello di sacco prepagato, avviando quale primo bacino di avvio della sperimentazione quello composto dai comuni di Oggiono, Ello, Colle Brianza, Santa Maria Hoè, La Valletta Brianza e Dolzago. SILEA SpA si prenderà in carico il costo di circa Euro 11 per utenza della gestione del progetto.

I vantaggi

“L’introduzione della tariffa puntuale può contribuire a determinare una riduzione nella produzione complessiva di rifiuti, un incremento della raccolta differenziata e una maggior sensibilizzazione degli utenti; vi sono comunque alcuni aspetti cui porre la dovuta attenzione, al fine in particolare di salvaguardare la qualità dei rifiuti differenziati e di prevenire eventuali fenomeni di abbandoni e di migrazione dei rifiuti”avava sttolineato Giulio Giannerini, di Oikos Progetti lo scorso anno durante il primo primo incontro del tavolo tecnico e amministrativo sulla tariffa puntuale: “Sul fronte della sostenibilità economica e finanziaria, poi, si favorisce un controllo dei costi complessivi del ciclo di gestione dei rifiuti, dovendo comunque puntare ad un opportuno bilanciamento tra maggiori costi operativi per la misurazione e la gestione dei dati ed efficientamento organizzativo, con conseguenti opportunità di risparmio, dei servizi di raccolta e riduzione degli oneri per lo smaltimento dei rifiuti. Di tutti questi elementi, inclusa la necessità di assicurare la piena copertura integrale dei costi del sistema attraverso il gettito tariffario, occorre avere piena consapevolezza, per progettare e implementare un sistema di tariffazione puntuale realmente efficace”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia