Menu
Cerca
lecco

Raccolta fondi per il polo vaccinale per gli anziani al Palataurus: in campo le associazioni di categoria per garantire i fondi

Assicurati i 45 mila euro necessari

Raccolta fondi per il polo vaccinale per gli anziani al Palataurus:  in campo le associazioni di categoria per garantire i fondi
Cronaca Lecco e dintorni, 24 Marzo 2021 ore 10:28

Grazie al concreto supporto delle associazioni imprenditoriali lecchesi sarà possibile sostenere l’allestimento straordinario delle linee vaccinali necessarie alla “Fase 1” – Over 80, non coperto da risorse pubbliche.

Raccolta fondi per il polo vaccinale per gli anziani al Palataurus: in campo le associazioni di categoria per garantire i fondi

Di fronte all’emergenza sollevata da Ats e Asst circa la mancanza di spazi adeguati per la campagna di vaccinazione delle fasce più deboli della popolazione, Api, Confartigianato, Confcommercio e Confindustria, riunitisi nella serata di martedì 23 marzo in una sessione organizzativa di videoconferenza, hanno immediatamente scelto di sostenere la raccolta fondi avviata dal Comune di Lecco e dalla Fondazione comunitaria del Lecchese.

Assicurati i 45 mila euro necessari

In meno di due giorni sono stati assicurati i 45 mila euro necessari per gli allestimenti, le utenze, il personale di vigilanza sanitaria, le igienizzazioni, i frigoriferi e le attrezzature tecnico-informatiche utili all’operatività di dieci linee vaccinali che saranno attive nei prossimi 30 giorni. Con queste risorse sarà quindi possibile avviare da subito le vaccinazioni presso la sede Palataurus, già identificata e ritenuta idonea per la “Fase2” – Vaccinazione massiva (maggio-luglio).

La medesima sede, con appositi protocolli in fase di stipula a livello nazionale e regionale, potrà essere resa disponibile per le vaccinazioni del personale dipendente di aziende e di attività economiche del territorio contribuendo a una più ampia e rapida copertura della popolazione.

Il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni

“Le realtà imprenditoriali della nostra provincia, in questo frangente così critico per l’iter della campagna vaccinale, hanno apportato un contributo determinante – spiega il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni -. Un sincero ringraziamento da parte della nostra comunità va a chi ha saputo, ancora una volta, attivarsi immediatamente con risposte concrete ai bisogni di quella fascia della nostra popolazione che più necessita d’immediata protezione”.

La fondazione

La Fondazione “a seguito di numerose e comprensibili richieste di chiarimento ricevute sulla copertura dei costi per l’apertura anticipata del polo vaccinale al Palataurus”, ha voluto fare delle precisazioni:

“La richiesta di aiuto è stata avanzata dal Comune di Lecco, che ha accettato di intervenire per rispondere alle criticità registrate nella vaccinazione per gli over 80;. I costi stimati per l’apertura anticipata del polo vaccinale assommano a 40.000 euro e sono coperti integralmente da associazioni imprenditoriali e aziende del territorio, che ringraziamo per la disponibilità. La Fondazione ha accettato di accogliere queste donazioni e metterle a disposizione per le spese di attivazione del polo vaccinale. Per questo intervento si ribadisce che non sono state impegnate risorse proprie della Fondazione o del Fondo Aiutiamoci che, come noto, è fortemente impegnato nel contrasto alle povertà”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli