Pendolare sbotta “Al posto del biglietto prendo il machete”. Gli risponde il ferroviere aggredito VIDEO

Post choc sul gruppo del Comitato Pendolari del Meratese che ha ospitato la risposta di Carlo di Napoli

Lecco e dintorni, 22 Giugno 2018 ore 18:53

Pendolare sbotta “Al posto del biglietto prendo il machete”. Gli risponde il ferroviere aggredito.

Rabbia che degenera

Teatro del “botta e risposta” è stata una piattaforma virtuale, ovvero la pagina Facebook del Gruppo Pendolari del Meratese. Un gruppo dove spesso i pendolari si scambiano informazioni utili, avvisi di ritardo, cancellazioni (ormai all’ordine del giorno). Un vero e proprio punto di riferimento per i tanti utenti in particolare della linea Lecco – Carnate – Milano (clicca qui per leggere cosa è successo solo negli ultimi giorni). Ma anche un “luogo” dove spesso i pendolari infuriati sfogano le loro frustrazioni.

Il post violento: “al posto del biglietto prendo il machete”

Uno di loro è andato decisamente oltre postando una frase dai contenuti violenti.

 

Una manifestazione di rabbia decisamente sopra le righe alla quale ha deciso di rispondere pubblicamente, proprio sul Gruppo dei pendolari meratesi,  Carlo Di Napoli. Si tratta del ferroviere, aggredito l’11 giugno 2015 proprio a colpi di machete nella stazione di Villapizzone, a Milano a bordo di un treno di Tenord.

Buona sera.
Ringrazio gli amministratori del gruppo per avermi dato la possibilità di controbbattere al post del Sign. xxxxx il quale si chiedeva quale modello di machete conveniva mostrare al personale viaggiante dei treni anziché l’abbonamento.
Vede sign. xxxx, quelle che le mostro in questo breve video sono le cicatrici che porto dall’aggressione ricevuta appunto con un machete.
Si ricordi che dietro una divisa, ogni divisa, c’è un uomo ed una donna in carne ed ossa, con famiglia, amici ed altri cari, e che quello che lei reputa simpatico o ironico ha fatto inorridire non pochi.
Non parlo di soli ferrovieri perché mi han scritto ed inviato lo screenshot del suo post anche persone che non hanno nulla a che fare col trasporto pubblico.
Si ricordi che lo schermo di un telefonino o il monitor di un pc non ci rende anonimi o protegge, quello che si pubblica in un modo o nell’altro esce.
In accordo con gli amministratori, i commenti a questo mio post verranno immediatamente bloccati, se riterrà opportuno contattarmi lo potrà fare tranquillamente con messaggio privato.

Il video

Pubblicato da Carlo Di Napoli su Venerdì 22 giugno 2018

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia