Cronaca
Protesta

Nuove strisce gialle in piazza Vittorio Veneto: Cambia Calolzio non ci sta

Il gruppo consiliare di minoranza Cambia Calolzio ha inviato un’interrogazione al sindaco Marco Ghezzi per chiedere un utilizzo migliore della piazza.

Nuove strisce gialle in piazza Vittorio Veneto: Cambia Calolzio non ci sta
Cronaca Valle San Martino, 10 Giugno 2020 ore 15:07

Nelle scorse settimane sono comparse, in piazza Vittorio Veneto a Calolziocorte, strisce gialle al servizio del carico e scarico delle merci per le attività e dei parcheggi riservati davanti all’ingresso del municipio. Il gruppo consiliare di minoranza Cambia Calolzio ha però inviato un’interrogazione al sindaco Marco Ghezzi per chiedere un utilizzo migliore della piazza.

Cambia Calolzio contrario alle strisce gialle in piazza

"Nel 2011 l’allora primo cittadino Paolo Arrigoni, attraverso una vera propria colata di cemento, inaugurò la contestata nuova piazza Vittorio Veneto con una spesa di oltre 2 milioni di euro di soldi pubblici. Un’opera pubblica che doveva rilanciare il centro cittadino ma che, a distanza di dieci anni, si è dimostrata un fallimento al punto che la Giunta Ghezzi sta adottando ulteriori lavori. Attraverso interventi puntuali gli spazi liberi della piazza, oggi aree per il libero svago per i bambini, verranno occupati da veicoli, trasformando così questo spazio in un luogo non più sicuro per il gioco - spiega il capogruppo Diego Colosimo - Cambia Calolzio ritiene che riempire la piazza con veicoli non è la soluzione per rilanciare il centro cittadino, ma che bisogna intervenire con ben altro come ad esempio valorizzare l’ex Distretto Sanitario in abbandono da anni oppure investire risorse per un appropriato intervento urbanistico nell’ex piazza mercato in stato di abbandono. Calolzio, che è diventata negli anni la periferia di Lecco, deve ritornare, anche con adeguati interventi nelle frazioni, a essere motore e punto di riferimento centrale della Valle San Martino e di tutto il circondario".