Dopo Cardine Metal Money

‘Ndrangheta a Lecco: parte la rassegna antimafia

Giovedì 18 febbraio alle 21 online, con Gianni Barbacetto e Antonio Talia

‘Ndrangheta a Lecco: parte la rassegna antimafia
Cronaca Lecco e dintorni, 17 Febbraio 2021 ore 11:41

Si terrà domani, giovedì 18 febbraio alle ore 21, sulla piattaforma Zoom (link: https://us02web.zoom.us/j/87996360378?pwd=Y1NpTXpYT2NZMXhvSkkrYWVFdUg3Zz09), il primo video-incontro della Rassegna antimafia “4 colpi alla ‘ndrangheta”. Quattro appuntamenti in cui si dibatterà su: “Come agiscono le mafie nei territori: ambiente, economia e società” . Un appuntamento importante anche alla luce dell’ultima maxi inchiesta Lecchese “Cardine Metal Money”, che ha portato a sgominare un sodalizio che operava nel traffico di rifiuti.

‘Ndrangheta a Lecco: parte la rassegna antimafia

Il primo appuntamento è appunto previsto per domani sera, 18 febbraio, con il video-incontro dal titolo “La presenza della ’ndrangheta in Calabria e in Lombardia”. Durante la serata si approfondiranno sia le dinamiche di penetrazione della ’ndrangheta nella terra di origine, la Calabria appunto, sia l’infiltrazione mafiosa nel sistema imprenditoriale e politico-istituzionale lombardo.

Interverranno all’incontro pubblico due relatori: 

Gianni Barbacetto, scrittore e giornalista, scrive anche su “Il Fatto Quotidiano”, coautore del libro ‘Le mani sulla città. I boss della ‘ndrangheta vivono tra noi e controllano Milano’;

Antonio Talia, giornalista e autore del libro ‘Statale 106 – Viaggio sulle strade segrete della ’ndrangheta’.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista Antonella Crippa

Si ricorda che la Rassegna “4 colpi alla ‘ndrangheta” è organizzata dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” e dall’Arci Como, col patrocinio dei Comuni di Alzate Brianza, Cabiate, Carugo, Inverigo, Lurago d’Erba e Mariano Comense.

L’infiltrazione mafiosa nell’economia locale è attestata dalle numerose inchieste condotte dalla Magistratura. In una delle relazioni della DIA (Direzione Investigativa Antimafia) tra l’altro si afferma, in relazione alla Lombardia, che: «Oggi, la penetrazione del sistema imprenditoriale lombardo appare sempre più marcato da parte dei sodalizi calabresi… … Nel suo percorso evolutivo, la criminalità organizzata – capace non solo di integrarsi con l’economia legale ma anche di anticiparne le opportunità – ha perfettamente compreso quanto siano labili i confini tra attività illecite e lecite, inquinando il sistema economico attraverso metodiche corruttive finalizzate ad infiltrare la Pubblica amministrazione (e il relativo mondo dei pubblici appalti) anche grazie alla disponibilità di professionisti compiacenti».

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli