In carcere

‘Ndrangheta a Lecco: arrestato il latitante Paolo Valsecchi. Ora è in carcere

Il calolziese, uomo di fiducia di Vallelonga, è stato fermato all'aeroporto di Malpensa

‘Ndrangheta a Lecco: arrestato il latitante Paolo Valsecchi. Ora è in carcere
Cronaca Lecco e dintorni, 11 Febbraio 2021 ore 18:12

Si è chiuso il cerchio, o per lo meno la prima parte della maxi operazione degli uomini della Mobile di Lecco e della Guardia di Finanza di Milano denominata Cardine Metal Money che ha sgominato una organizzazione di stampo ‘ndraghetista che operava nell’ambito dei rifiuti, anche pericolosi.

Nel pomeriggio di oggi infatti è stato arrestato  il latitante Paolo Valsecchi, classe 1960, di Calolzio l’unico “sfuggito” alla cattura nel maxi blitz contro la ‘Nrdangheta a Lecco portato a termine all’alba di martedì mattina.

‘Ndrangheta a Lecco: preso il latitante Poalo Valsecchi

Valsecchi, colpito da ordinanza del GIP di Milano per associazione a delinquere di stampo mafioso (416 bis), traffico illecito di rifiuti, usura ed estorsione, è stato “beccato” nel pomeriggio di oggi, giovedì 11 febbraio 2021 all’aeroporto di Malpensa. Era rientrato in Italia con un volo dal Marcocco e la Polizia di Frontiera di Malpensa, preallertata dalla Questura di Lecco, lo ha fermato.

A Malpensa si sono poi diretti gli uomini della Polizia di Stato e e i militari della  Guardia di Finanza di Lecco che hanno fatto scattare le manette intorno ai suoi polsi .

Valsecchi non ha opposto resistenza ed è stato subito trasferito  carcere di Opera  a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il ruolo di Valsecchi

Secondo gli investigatori Valsecchi  era  l’uomo di fiducia del presunto capo dell’organizzazione ovvero  Cosimo Vallelonga classe 48, di La Valletta Brianza ( già condannato per 416 bis c.p. sia nell‘ambito dell‘operazione “La notte dei fiori di San Vito” di metà degli anni ‘90, sia nell’operazione “Infinito” del 2010).

Era proprio Valsecchi   che lo aiutava nelle attività di recupero crediti attuate anche con modalità violente ed intimidatorie.

Tutti gli arrestati

Si allunga quindi la lista degli arrestati. Oltre a Valsecchi e Vallelonga in carcere si trovano Vincenzo Marchio, classe ’83 di Calolzio, Danilo Monti, classe ’91 di Valmadrera già  detenuto  per l’omicidio di Francesco Rosso avvenuto nel 2019 in Calabria. E ancora Luciano Mannarino dell’89 di Brivio, Alessandro Malacorda nato nel 1985 di Calolzio, Vincenzo Pace del 1998 anche lui di Calolziocorte, Claudio Gentile nato nel 1983 a Lecco, Fabrizio Motta, classe 1976 di Lecco e Benedetto Parisi, nato nel 1970 di Mandello.

Si trova agli arresti domiciliari, Santo Parisi, classe ’44 di Olginate. Sempre ai domiciliari Claudio Bissola, nato nel 1981 residente in provincia di Bergamo, Jennifer Buonavoglia classe 1984  bergamasca, Clara Ferrari, classe ’73 anche lei bergamasca, Vincenzo Geroldi, nato nel ’72 di Brescia, Roberto Novelli lasse 69 di Bergamo, Marco Ricci, classe ’62 di Bergamo, Michela Leone, classe 1985 residente a nella provincia di Monza e Brianza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli