Militari, Ispettorato del Lavoro e Nas nei locali lecchesi: maxi multe da quasi 20mila euro

Scoperte irregolarità, violazioni, scarsa igiene e anche un lavoratore in nero.

Militari, Ispettorato del Lavoro e Nas nei locali lecchesi: maxi multe da quasi 20mila euro
Lecco e dintorni, 14 Gennaio 2019 ore 13:41

Sabato notte i Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco hanno svolto un controllo straordinario del territorio con l’ausilio dei Reparti Speciali dell’Arma. In particolare i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lecco, insiemea quelli del NAS di Brescia e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lecco, hanno ispezionato diversi esercizi pubblici per  di verificare il pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie e in tema di tutela del lavoro. Il risultato? Sono state elevate maxi multe da quasi 20mila euro.

Militari, Ispettorato del Lavoro e Nas nei locali lecchesi: maxi multe da quasi 20mila euro

Il titolare di un ristorante è stato denunciato  all’Autorità Giudiziaria per mancanza dell’autorizzazione dell’impianto di videosorveglianza, mancanza del documento valutazione e rischi e per tenuta scorretta dei luoghi di lavoro. È stata inoltre comminata una sanzione amministrativa di quindicimila euro per la presenza di un lavoratore in nero, nonché inoltrata una segnalazione all’ATS per un problema strutturale all’interno dell’esercizio pubblico. Nel corso di un controllo ad un ristorante cinese sono state contestate alla titolare violazioni amministrative per un totale di 3.000 euro per varie violazioni igieniche e per la mancata applicazione delle procedure di autocontrollo per le pulizie.

Controlli anche in strada

I controlli dei Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Lecco hanno interessato anche  la circolazione stradale sulle principali arterie e la prevenzione all’abuso di sostanze alcoliche. Sono stati controllate circa 50 autovetture e 80 persone. Solo due sono risultate positive all’etilometro: una ragazza di Valmadrera è stata deferita all’Autorità Giudiziariavisto che è stata trovata alla guida con un tasso alcolemico pari a 1,47 g/l e a un ragazzo di Milano è stata ritirata la patente in quanto alla guida con un tasso superiore al limite consentito pari a 0,64. Per lui è scattata la sola sanzione amministrativa di 725 euro e non la segnalazione in Procura in quanto il tasso alcolemico è rimasto inferiore a 0,8 g/l. Nel complesso i militari hanno sanzionato vari automobilisti indisciplinati per contravvenzioni al Codice della Strada per un ammontare di circa 1.300 euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia