Menu
Cerca
Nel Milanese

Marito e moglie in manette: avevano “inventato” una cura contro il Coronavirus con gli integratori

Smascherati dalle Fiamme Gialle

Marito e moglie in manette: avevano “inventato” una cura contro il Coronavirus con gli integratori
Cronaca 03 Aprile 2020 ore 11:37

Marito e moglie in manette: avevano “inventato” una cura per curare il Coronavirus con gli integratori.Come riporta Prima La Martesana, si tratta di una sorta di “ricetta” con la quale promettevano di curare il “coronavirus”. Questo si erano inventati P.F., settantenne e M.C.L. sessantenne, amministratori di una società di Peschiera Borromeo, nel milanese. I Finanzieri torinesi hanno sequestrato più di 170.000 i prodotti parafarmaceutici e integratori.

LEGGI ANCHE In spiaggia a prendere il sole, sul lungolago a raccogliere legna o a spasso con scuse inventate: scattano le sanzioni

Marito e moglie in manette: avevano “inventato” una cura contro il Coronavirus con gli integratori

Le indagini hanno appurato come la coppia pubblicizzasse sul sito della società un vero e proprio “protocollo medico”, da loro ideato, il quale prevedeva la somministrazione di integratori che, sommati ad altre terapie non meglio specificate, avrebbero garantito una cura efficace contro il “Coronavirus”.

Ovviamente, di quanto reclamizzato dai due soggetti non si è rilevata alcuna fondatezza, ma solo una vera e propria frode in commercio, resa ancor più riprovevole visto il momento storico che il Paese sta attraversando.

Oscurati i siti

I Finanzieri hanno oscurato i siti web della società nonché le pagine di un noto social network. È bene ricordare che P.F. medico non è. I prodotti sarebbero stati venduti sul mercato europeo.

La coppia peraltro pubblicizzava protocolli medici da seguire per contrastare anche forme gravi di patologie il tutto senza avere i titoli per esercitare la professione medica.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli