Cronaca
cALOLZIO

Malviventi in azione a Sala: rubate le marmitte dalle auto

A farne le spese due famiglie che, questa mattina hanno scoperto il tutto

Malviventi in azione a Sala: rubate le marmitte dalle auto
Cronaca Valle San Martino, 31 Gennaio 2022 ore 13:55

Negli anni ’80 rubavano le autoradio ma oggi, i ladri rubano le … marmitte. Si è verificato la scorsa notte a Sala di Calolzio nei parcheggi di via SS. Cosma e Damiano, nei pressi dell’omonimo villaggio e della vicina scuola primaria, un curioso quanto fastidioso episodio di furto. A farne le spese due famiglie che, questa mattina hanno scoperto il tutto: alcuni malviventi nella notte hanno infatti asportato da alcune autovetture in sosta lungo la via i tubi di scarico e le marmitte.

Malviventi in azione a Sala: rubate le marmitte dalle auto

“Ad accorgersi del fatto - racconta una residente - è stata la nostra vicina di casa che, scesa intorno alle due di notte per portare in pronto soccorso il figlio si è accorta che qualcosa non andava. Alla sua macchina infatti mancava la marmitta”.

Forse disturbati dalla signora, ai malcapitati non è rimasto altro che fuggire abbandonando sul posto una seconda marmitta di cui non avevano ancora ultimato l’asportazione: “non ci siamo accorti di nulla, ma quando la vicina è scesa ha visto delle persone che, con un flessibile stavano “lavorando” sotto la nostra macchina. Sentiti i rumori della signora sono scappati”.

LEGGI ANCHE In stato confusionale si schianta contro il guard rail ed esce di strada

Inutile dire che questo episodio di furto, che appare probabilmente come su commissione, oltre a cagionare dei danni economici non indifferenti per la riparazione delle autovetture ha destato non poca preoccupazione nei cittadini residenti che si sono detti spaventati: “Una cosa del genere non era mai successa, e siamo spaventati. Non sappiamo come queste persone avrebbero potuto reagire. Questa volta sono scappate, ma chissà cosa sarebbe potuto accadere se fossero stati colti sul fatto”.

Dell’episodio è stato avvertito il sindaco, Marco Ghezzi e la polizia locale che hanno assicurato maggiori controlli. Nelle prossime ore, invece, verrà sporta denuncia ufficiale alle forze dell’ordine cui spetterà il compito di indagare su quanto successo.

Luca De Cani

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter