Vicenda a lieto fine

Lo credono disperso nel lago, ma lui era a casa

Tanta paura ieri sera a Malgrate dove si sono precipitati Vigili del Fuoco, sommozzatori, sanitari e Carabinieri

Lo credono disperso nel lago, ma lui era a casa
Lecco e dintorni, 22 Novembre 2020 ore 08:02

Lo credono disperso nel lago, ma lui era a casa. Panico nella serata di ieri a Malgrate dove il ritrovamento di alcuni indumenti abbandonati davanti al lago ha fatto temere il peggio e ha fatto scattare le ricerche in acqua.

Lo credono disperso nel lago, ma lui era a casa

L’allarme è partito  intorno alle 18 di ieri, sabato 21 novembre 2020, quando qualcuno ha  notato una giubba e dei pantaloni abbandonati  sul lungolago. Sul posto si sono precipitati Vigili del Fuoco, sanitari e forze dell’ordine.

Il timore era che qualcuno, un uomo considerata la fattura degli abiti, fosse entrato in acqua, senza poi più far ritorno a riva. Un incidente, un gioco finito male o un gesto estremo: quel che è certo è che a Malgrate sono giunti i sommozzatori che hanno scandagliato   lo specchio di lago davanti al luogo dove sono stati ritrovato gli indumenti.

Mentre i sommozzatori cercavamo nel  Lario i Carabinieri hanno immediatamente  avviato le indagini per risalire all’identità dell’uomo che aveva abbandonato i vestiti. Si trattava di abiti da lavoro e proprio grazie a un logo stampato i militari sono riusciti a identificare il proprietario.

A quel punto si sono recati nella sua abitazione e lì lo hanno trovato, sano e salvo! Fortunatamente quindi si è trattato di un falso allarme. Pare che l’uomo avesse abbandonato gli abiti da lavoro come gesto di “stizza” dopo una discussione.

(foto di repertorio)

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia