Il made in Lecco

L’impresa Carlo Salvi in Cina: la risposta è positiva

Alle due fiere di settore, che si sono appena concluse a Shanghai, i buyer confermano il loro apprezzamento nei confronti dell’impresa lecchese.

L’impresa Carlo Salvi in Cina: la risposta è positiva
Lecco e dintorni, 21 Novembre 2020 ore 10:59

L’impresa lecchese Carlo Salvi ha partecipato a due fiere internazionali in Cina e ha portato a casa ottimi risultati, dato l’apprezzamento ricevuto.

Carlo Salvi porta il made in Lecco in Cina

Nonostante il Covid-19, anche quest’anno Carlo Salvi, impresa benchmark per la produzione di fas­­­teners e soluzioni per lo stampaggio del filo, è riuscita a partecipare a International Fastener Show China dal 3 al 5 novembre (n° booth H1-1217) e a China International Import Expo dal 5 al 10 (n° booth. 3C9-007), a Shanghai. A presenziare alle due manifestazioni: i colleghi della filiale di Carlo Salvi Guangzhou, attiva dal 2011, e un collega della Hatebur Shanghai.

La rappresentazione dell’azienda all’estero

Commenta la presenza a IFS China Marco Pizzi, Chief commercial officer dell’azienda: “Ci è dispiaciuto molto di non poter partecipare personalmente alla International Fastener Show China, ma d’altronde stiamo vivendo momenti duri che non ci consentono di poter operare come sempre abbiamo fatto fino ad oggi. Grazie all’espansione della Carlo Salvi degli anni scorsi e alla nostra presenza a livello internazionale con le nostre filiali estere, possiamo fare affidamento sugli stimati colleghi che rappresentano la realtà della nostra azienda in modo ineccepibile”.

“Siamo soddisfatti e fiduciosi per il futuro”

“I colleghi cinesi – continua Pizzi – ci riferiscono che sia il numero degli espositori sia quello dei visitatori è stato inferiore rispetto alle passate edizioni a causa della pandemia. Tuttavia, grazie a tutto il lavoro di espansione del mercato e alla ricerca di potenziali clienti fatta dalla nostra filiale in Cina, e grazie anche alla ripresa dell’economia cinese, il numero di potenziali clienti è stato migliore rispetto agli anni passati. Quindi ci possiamo ritenere soddisfatti e fiduciosi per il futuro, infatti abbiamo già pianificato la nostra presenza alla prossima edizione”.

Un’esperienza che accresce la reputazione della Carlo Salvi

Prosegue Germano Pandiani, Chief operating officer di Carlo Salvi: “I nostri delegati cinesi ci hanno fatto sapere che alla terza edizione della CIIE, a cui abbiamo partecipato per il secondo anno consecutivo, la Carlo Salvi era l’unico rappresentante di produttori di macchinari per l’industria dei fasteners. Ovviamente anche in questo caso, a causa dell’emergenza sanitaria globale, la manifestazione ha visto meno visitatori rispetto alla passata edizione, ma si è trattato comunque di un numero considerevole, data anche la natura dell’evento che è paragonabile a un’Expo. Possiamo valutare la nostra presenza anche a questa fiera in modo positivo perché estende le nostre possibilità di business non solo nel campo dei fasteners, e accresce la reputazione della Carlo Salvi in Oriente, poiché la CIIE è considerata in Cina una manifestazione di altissimo profilo”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia