Ambiente

Lecco, Officina Gerenzone ripulisce una fiumicella prosciugata

Il tratto liberato è ora nuovamente percorribile a piedi

Lecco, Officina Gerenzone ripulisce una fiumicella prosciugata
Cronaca Lecco e dintorni, 19 Gennaio 2021 ore 11:35

Ad inizio anno alcuni volontari di Officina Gerenzone si sono ritrovati per ripulire una fiumicella abbandonata nei pressi del fiume Gerenzone.

Officina Gerenzone, secondo intervento sulle fiumicelle

Alcuni volontari dell'Officina Gerenzone si sono ritrovati per effettuare un secondo intervento sulle fiumicelle abbandonante che scorrono nei pressi del fiume del rione Laorca.

La fiumicella in questione, ancora ben visibile, può secondo i volontari del gruppo essere valorizzata adeguatamente attraverso una gestione più attenta e mirata del verde. Attrezzati con il decespugliatore e altri mezzi di taglio, i volontari sono intervenuti per rimuovere rovi e piante che avevano reso impraticabile l'accesso al corso d'acqua ormai estinto e a un tratto della sponda del Gerenzone, non lontano dall'area Baruffaldi.

LEGGI ANCHE: Fiumicella ripulita da Officina Gerenzone

Un lavoro prezioso per i residenti

I residenti hanno potuto apprezzare il lavoro e hanno compreso l'intento del gruppo Officina Gerenzone di supportare le azioni che rimettono in luce le tracce del passato del fiume e che al contempo sono capaci di trasformare ciò che resta in elemento prezioso per il futuro. In questo caso, in particolare, l'impegno dei volontari ha rimesso in uso un punto di passaggio utile per quei visitatori che si lasceranno accompagnare a scoprire la storia del fiume e le iniziative di trasformazione urbana.

La fiumicella è di nuovo percorribile

La fiumicella che i volontari di Officine Gerenzone hanno liberato dai rovi, in passato si staccava dal fiume e portava l'acqua verso un vecchio lavatoio, ora non più esistente, e verso alcuni opifici.

Oggi la fiumicella, ormai prosciugata, si trova a ridosso di un piccolo parcheggio per i residenti e comprende ancora due punti con paratie in cui in passato l'acqua eccedente  veniva restituita al fiume. La porzione di sponda liberata dagli intricatissimi arbusti che si erano avvolti alla recinzione consente ora di percorrere agevolmente il sentiero pedonale che costeggia la proprietà Baruffaldi.