Era in Siria

Lasciò la provincia di Lecco per arruolarsi nell’Isis: è stata catturata

Alice Brignoli è indagata per il delitto di associazione con finalità di terrorismo internazionale.

Lasciò la provincia di Lecco per arruolarsi nell’Isis: è stata catturata
Casatese, 29 Settembre 2020 ore 09:08

La notizia è stata battuta dalle agenzie all’alba di oggi, martedì 29 settembre 2020: Alice Brignoli, che nel 2015 lasciò la sua casa di Bulciago con marito e tre figli per arruolarsi nell’Isis, è stata catturata. Maggiori informazioni verranno fornite durante la conferenza stampa organizzata alle 10.30 in Procura a Milano.

Arrestata questa mattina

I Carabinieri del Ros – riporta l’Adn Kronos – stanno procedendo all’arresto di Alice Brignoli, cittadina italiana, indagata per il delitto di associazione con finalità di terrorismo internazionale, localizzata in Siria dal personale del Ros che, recatosi nel territorio di quello stato, è riuscito anche a rintracciare i figli minori della donna e rimpatriare l’intera famiglia in Italia.

Lasciò Bulciago per andare con l’Isis

La donna nel 2015 aveva lasciato la sua casa di Bulciago per partire, insieme al marito Mohamed Koraichi (a novembre lanciò un appello disperato per tornare a casa), italiano di origini marocchine che in passato aveva vissuto a Valmadrera, e i loro tre bambini, per arruolarsi nello Stato Islamico in Siria. Su di lei pendeva un mandato di cattura per associazione con finalità di terrorismo internazionale. E’ stata catturata dai Carabinieri del Ros.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia