solidarietà

La pandemia non ferma il progetto "Accumoli nel cuore"

Grazie alla generosità dei valsassinesi (e non solo), raccolti più di 60mila euro.

La pandemia non ferma il progetto "Accumoli nel cuore"
Cronaca Valsassina, 30 Dicembre 2020 ore 10:58

"Accumoli nel cuore" non si ferma nemmeno durante una pandemia. Grazie alla generosità dei valsassinesi (e non solo) raccolti più di 60mila euro.

"Accumoli nel cuore", saltata la tradizionale celebrazione

Purtroppo l’emergenza sanitaria legata alla pandemia ci ha impedito di celebrare la chiusura della raccolta fondi del progetto "Accumoli nel cuore" con il momento conviviale che avevamo programmato per lo scorso 28 marzo, per incontrare tutti coloro che hanno contribuito all'iniziativa solidale, in favore della popolazione di uno dei comuni maggiormente colpiti dal terremoto del 2016 in Centro Italia.

Il progetto non si è fermato

Nonostante ciò il progetto, ideato dal Corpo musicale Santa Cecilia di Barzio e sostenuto dalla Banca della Valsassina e dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese, non si è fermato e, nelle scorse settimane, è stato sottoscritto il contratto per l'acquisto della cucina che verrà collocata all'interno della struttura polifunzionale in via di realizzazione ad Accumoli (Rieti), sotto l'egida dell'Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Roma.

Raccolti più di 60mila euro

Grazie alla generosità di privati cittadini, aziende, associazioni valsassinesi e non solo, è stato possibile raccogliere ben 62.833,48 euro, somma che permetterà di allestire la cucina e la zona bar della costruenda struttura polifunzionale in Accumoli (Ri). A ciò si aggiunge la fornitura di coltelli donata dalle Coltellerie Sanelli di Premana.

"Grazie a tutti"

“A tutti va il nostro grandissimo ringraziamento per aver creduto nel progetto “Accumoli nel cuore” - afferma Mario Tagliaferri, presidente del Corpo Musicale Santa Cecilia – Insieme abbiamo raggiunto un grande obiettivo. Ora l’augurio e di poter superare al più presto questa difficile situazione, per poter riabbracciare i nostri amici di Accumoli e con loro celebrare questo traguardo”.