Cronaca
Lecco

La denuncia di un imprenditore lecchese: "Troppi lavoratori in quarantena dopo le ferie"

La rabbia di Momo Frigerio delle Trafilerie di San Giovanni. "Adesso ritarderemo le commesse"

La denuncia di un imprenditore lecchese: "Troppi lavoratori in quarantena dopo le ferie"
Cronaca Lecco e dintorni, 30 Agosto 2021 ore 10:47

Vanno in vacanza all’estero per tre settimane e quando tornano finiscono in quarantena e non possono rientrare al lavoro. E pensare che Momo Frigerio, uno dei titolari delle Trafilerie di San Giovanni, di via Arturo Toscanini 10, prima della chiusura estiva aveva chiesto esplicitamente a tutti i dipendenti di prestare la massima attenzione ai protocolli di isolamento necessari al rientro da alcuni Paesi esteri. Ma le cose sono andate diversamentee la scorsa settimana  mattina, al momento di riaprire i cancelli dell’azienda in isolamento c’erano sette lavoratori. Pertanto Frigerio ha preso carta e penna e scritto una missiva diretta al Giornale di Lecco.

LEGGI ANCHE  In 650 a ballare al Lido: disposta la chiusura per 5 giorni

La denuncia dell'imprenditore lecchese: "Troppi lavoratori in quarantena dopo le ferie"

"Sono uno dei titolari della trafileria di San Giovanni che opera nel comune di Lecco - si legge nel testo - Voglio segnalare cosa sta succedendo a seguito della situazione causata dal Covid-19. La ditta ha concordato tre settimane di fermata dal 2 agosto al 24 agosto per le solite ferie annuali. Avendo preso delle commesse per consegnare la merce ai primi di settembre, poiché il lavoro è in ripresa in maniera discreta, abbiamo pregato i lavoratori di gestire le ferie all'estero in modo da non aver problemi con le eventuali quarantene al rientro. Scrivo queste poche righe per denunciare che sette dipendenti, (il 20% degli addetti dell'azienda) non hanno potuto rientrare in azienda perché in isolamento, avendo trascorso le vacanze all'estero, senza considerare l'eventuale periodo di quarantena al rientro".

Commesse a rischio

"Ora la ditta si trova a dover ritardare diverse consegne con il rischio di perdere alcuni clienti. Purtroppo nessuno ha minimamente preso in considerazione la richiesta da noi effettuata, ovvero di gestire i viaggi all'estero in modo da effettuare l'eventuale quarantena senza intaccare il rientro al lavoro".

Tutti i particolari sul Giornale di Lecco in edicola da lunedì 30 agosto 2021. Clicca qui per la versione sfogliabile