Incendi boschivi il Consiglio regionale ha approvato la risoluzione per prevenire le emergenze

La Risoluzione impegna la Giunta regionale a mettere in campo una serie di misure di prevenzione.

Incendi boschivi il Consiglio regionale ha approvato la risoluzione per prevenire le emergenze
05 Febbraio 2019 ore 16:14

Il Consiglio regionale ha approvato oggi all’unanimità la Risoluzione “Interventi atti a scongiurare l’emergenza degli incendi boschivi”, fortemente voluta e portata avanti dal Presidente della Commissione Speciale Montagna Gigliola Spelzini.

Incendi boschivi il Consiglio regionale ha approvato la risoluzione per prevenire le emergenze

“Un passo in avanti fondamentale per dare a Regione Lombardia, che ha saputo sempre gestire in maniera efficientissima le emergenze, ancora più strumenti per fare prevenzione – spiega Spelzini – la Risoluzione serve infatti a mettere in campo una serie di interventi per impedire che gli incendi possano propagarsi e creare danni come nei casi recenti. Per educare chi vive e frequenta i boschi a comportamenti corretti. Un’iniziativa, quella educativa, da portare avanti anche in collaborazione con le scuole” aggiunge Spelzini.

“Nella Risoluzione – dichiara – abbiamo infatti previsto progetti di comunicazione indirizzati agli agricoltori, ai proprietari e possessori di boschi, agli utilizzatori forestali, ma anche alle scuole ed a tutti i Cittadini, favorendo anche iniziative didattico-informative per tenere alta l’attenzione della popolazione sul tema degli incendi boschivi”. La Risoluzione impegna la Giunta regionale a mettere in campo una serie di misure di prevenzione.

LEGGI ANCHE >> Danni da 1,5 milioni di euro

LEGGI ANCHE >> Due denunciati per incendio boschivo colposo a Sorico

A partire dal “proseguire e rafforzare l’attività di prevenzione degli incendi boschivi, nonché interventi che possono contrastare e sopprimere le cause limitando i danni”, e quindi “Mantenere e promuovere ulteriori bandi regionali di miglioramento forestale che prevedano il finanziamento di interventi per la riduzione del rischio di incendio boschivo, attraverso progetti di: gestione attiva dei boschi per permettere il corretto sfruttamento economico delle risorse forestali legnose attraverso il sostegno e la valorizzazione della filiera bosco legno, riconoscendo alla gestione selvicolturale attiva il principale strumento di prevenzione e di lotta passiva agli incendi boschivi; per fronteggiare l’abbandono del patrimonio boschivo, anche privato, affidando, se necessario, la gestione dei boschi ad Ersaf, alle comunità montane, ai consorzi forestali e agli enti parco quali strumenti per fronteggiare la frammentazione fondiaria, prima causa dell’abbandono del bosco”.

Prevenzione, riforestazione, valorizzazione turistica

Sono previste anche opere infrastrutturali di prevenzione, riforestazione, valorizzazione turistica e culturale dei boschi, conservazione dell’agricoltura di montagna. “La risoluzione chiede che si rafforzi l’attività di prevenzione degli incendi attraverso la promozione della filiera bosco legno – conclude Spelzini – la gestione selvicolturale attiva, anche con appositi bandi. Un bosco che produce è un bosco curato, che viene gestito in modo attivo e corretto, quindi meno soggetto a incendi dovuti spesso a incuria e abbandono. Evitare lo spopolamento e l’abbandono della montagna è uno dei punti prioritari, nel Prs, che coinvolge la mia Commissione. Oltre ad essere uno dei punti fondanti per poter prevenire anche gli incendi boschivi”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia