In manette gli autori di violente rapine a Lecco e Calolzio

Uno dei due aveva derubato e riempito di botte una ragazzina in stazione a Calolzio.

In manette gli autori di violente rapine a Lecco e Calolzio
Lecco e dintorni, 27 Luglio 2018 ore 14:19

In manette gli autori di violente rapine a Lecco e Calolzio. Uno dei due aveva derubato e riempito di botte una ragazzina in stazione a Calolzio.

Violente rapine: presi gli autori

Grazie all’impegno congiunto degli uomini della Questura e dei Carabinieri della Stazione di Calolzio sono infatti stati assicurati alla giustizia i responsabili di diversi colpi. Nei guai sono finiti  Abdelmountassir Gattoua,  classe 1999 e  Ayoub Nourredine, classe 1996, entrambi cittadini marocchini, residenti rispettivamente ad Erve  e Calolzio, di fatto senza fissa dimora.

I colpi

Lunga la lista delle rapine contestate ai due tra il dicembre dello scorso anno e l’aprile del 2018. A partire da quella messa a segno appunto il 13 dicembre del 2017 al centro Commerciale La Meridiana. I due dopo aver fatto razzia in un negozio di abbigliamento, per fuggire non avevano esitato a scagliare a terra una guardia giurata. Qualche giorno dopo Ayoub Nourredine aveva scippato lo zaino ad un uomo in stazione  a Lecco lo aveva anche picchiato, colpendolo al volto.

 

L’aggressione in stazione a Calolzio

Il primo  aprile di quest’anno Abdelmountassir, dopo aver avvicinato una coetanea di origine tunisina, seduta sulla panchina dello scalo ferroviario di Calolzio in attesa del proprio convoglio, le aveva rubato il portafoglio e poi l’aveva anche riempita di botte.

Fermati a Calolzio e Mantova

I due, dopo diverse indagini in cui hanno avuto un ruolo fondamentale anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza sono stati rintracciati. Gattoua in particolare è stato fermato dai militari calolziesi proprio a Calolzio mentre Nourredine è stato individuato  a Mantova dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecco

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia